Le poesie di Catullo/57

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../56

../58 IncludiIntestazione 7 settembre 2010 100% poesie

Gaio Valerio Catullo - Poesie (I secolo a.C.)
Traduzione dal latino di Mario Rapisardi (1889)
57
56 58
[p. 56 modifica]

Qual meraviglia, che sian concordi
     Mamurra e Cesare cinedi tristi,
     Se l’uno a Formio, l’altro in città
     Di macchie simili si fecer lordi,
     5Macchie indelebili per ogni età?
     In un medesimo lettuccio misti,
     Gemelli d’indole, di malattia,
     Della medesima saccenteria,
     D’allegre femmine socj rivali,
     10Entrambi adulteri del tutto uguali,
     Nella libidine del pari ingordi,
     Qual meraviglia, che sian concordi?