Le poesie di Catullo/91

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
91

../90 ../92 IncludiIntestazione 22 ottobre 2010 100% poesie

Gaio Valerio Catullo - Poesie (I secolo a.C.)
Traduzione dal latino di Mario Rapisardi (1889)
91
90 92
[p. 131 modifica]

Non io, Gellio, sperai fido il tuo core
     A me in tal pazzo e sciagurato amore,

Perchè ti giudicai fermo e pudico
     E d’ogni sozza enormità nemico;

5Ma sol perchè non t’è madre o sorella
     Costei di cui l’amor sì mi’arrovella.

E ben che molta io teco avessi usanza,
     Non credea ciò per te fosse a bastanza.

Ma bastevol ti fu. Tanto hai diletto
     10In ogni colpa, in ogni vizio abjetto!