Leonardo prosatore/Novellette e bizzarrie/Motto arguto d'un moribondo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Motto arguto d'un moribondo

../Un amico ad un maldicente ../Di un dormiglione IncludiIntestazione 24 gennaio 2018 75% Da definire

Novellette e bizzarrie - Un amico ad un maldicente Novellette e bizzarrie - Di un dormiglione

[p. 294 modifica]Motto arguto d’un moribondo. — Sendo uno infermo in articulo di morte, esso sentì battere la porta, e domandato uno de’ sua servi chi era che batteva l’uscio, esso servo rispose esser una che si chiamava madonna Bona. Allora l'infermo, alzate le braccia, ringraziò Dio con alta voce; poi disse ai servi che lasciassero venire presto questa, acciocchè potesse vedere una donna bona innanzi che esso [p. 295 modifica] morisse, imperocchè in sua vita mai ne vide nessuna1.


  1. Franco Sacchetti racconta nel Trecentonovelle la precisa istorietta. Protagonista è il famoso oste Basso della Penna.