Leonardo prosatore/Novellette e bizzarrie/Un amico ad un maldicente

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Un amico ad un maldicente

../Bella risposta d'un filosofo pitagorico ../Motto arguto d'un moribondo IncludiIntestazione 24 gennaio 2018 75% Da definire

Novellette e bizzarrie - Bella risposta d'un filosofo pitagorico Novellette e bizzarrie - Motto arguto d'un moribondo

[p. 294 modifica]Un amico ad un maldicente. — Uno lasciò lo usare con uno suo amico, perchè quello ispesso li diceva male delli amici sua. Il quale, lasciato l’amico, un dì, dolendosi collo amico, e dopo il molto dolersi, lo pregò che li dicesse quale fussi la cagione che lo avesse fatto dimenticare tanto amicizia. Al quale esso rispose: — Io non voglio più usare con teco perch’io ti voglio bene, e non voglio che, dicendo tu male ad altri di me tuo amico, che altri abbia, come me, a fare trista impressione di te, dicendo tu a quegli male di me tuo amico; onde, non usando noi più insieme, parrà che noi sian fatti nimici, e ’l dire tu male di me, com’è tua usanza, non sarai tanto da essere biasimato, come se noi usassimo insieme.