Lezioni di eloquenza/Lezione I

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Lezione I

../ /Capitolo I IncludiIntestazione 7 giugno 2016 100% Da definire

Lezioni di eloquenza Lezione I - Capitolo I
[p. 87 modifica]
LEZIONE I.


Nel viaggio della vita (qualunque siensi gli studi, ed i casi a cui la natura e la fortuna ci abbiano destinati) stimo meno pericoloso partito l’appigliarci ad una strada dopo di averla esaminata prudentemente per quanto può l’occhio e la previdenza dell’uomo. Non che questo sia ottimo partito e sicuro, ma è l’unico ad ogni modo che ci preservi dalle perplessità, le quali accrescono gli affanni, e i [p. 88 modifica]timori della nostra mente, e ritardano l’impresa della nostra età fuggitiva, oltre di che vi è certo sentimento di dignità ed intima compiacenza nel mirare constantemente alla meta prefissa, senza lasciarsi disanimare dagli eventi, e dagli uomini, che d’altronde sogliono rispettare que’ generosi, i quali sanno e vogliono rispettare se stessi. Però anche nel corso dei nostri studi non m’allontanerò nè di un passo da’ miei principii; mi sono studiato di dimostrarveli nell’orazione già pronunciata1, e se sieno desunti dall’esame del vero, e se possono volgersi alla prosperità delle lettere ed alla utilità della patria, apparirà dalle loro applicazioni, che di lezione in lezione verrò facendo dinanzi a voi. Oggi adunque ridurrò la loro sostanza in poche sentenze, dimostrando con quale intendimento, e con che modo io m’accinga a parlarvi intorno ai requisiti, ed ai mezzi, che mi sembrano necessari per conseguire il frutto più salutare, e la vera gloria della letteratura.

Ecco ridotti i principii a sei sommi capitoli, ed ogni assioma alla sua dimostrazione ed alle sue conseguenze generali. [p. 89 modifica]

I. La letteratura è annessa alle facoltà naturali.

II. Le facoltà naturali sono annesse allo studio.

III. Le facoltà naturali, e lo studio nella letteratura, sono annessi ai bisogni della società.

IV. I bisogni della società nella letteratura sono annessi alla verità.

V. La letteratura è annessa alla lingua.

VI. La lingua è annessa allo stile, e lo stile alle potenze intellettuali d’ogni individuo.

Note

  1. Si allude alla precedente Sulla origine e sull’ufficio della letteratura.