Myricae/Le gioie del poeta/Contrasto

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../Gloria

../La vite e il cavolo IncludiIntestazione 22 giugno 2012 100% Poesie

Le gioie del poeta - Gloria Le gioie del poeta - La vite e il cavolo
[p. 89 modifica]

V


Contrasto


i


Io prendo un po’ di silice e di quarzo:
lo fondo; aspiro; e soffio poi di lena:
ve’ la fïala, come un dì di marzo,
azzurra e grigia, torbida e serena!
Un cielo io faccio con un po’ di rena5
e un po’ di fiato. Ammira: io son l’artista.

[p. 90 modifica]
ii


Io vo per via guardando e riguardando,
solo soletto, muto, a capo chino:
prendo un sasso, tra mille, a quando a quando:
10lo netto, arroto, taglio, lustro, affino:
chi mi sia, non importa: ecco un rubino;
vedi un topazio; prendi un’ametista.