Numeri (Diodati 1821)/capitolo 23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../capitolo_22

../capitolo_24 IncludiIntestazione 17 novembre 2011 75% Da definire

capitolo 22 capitolo 24

[p. 140 modifica]

23  E BAALAM disse a Balac: Edificami qui sette altari, e apparecchiami qui sette giovenchi, e sette montoni.

2  E Balac fece come Balaam avea detto; e Balac e Balaam offersero un giovenco e un montone, sopra ciascuno altare.

3  E Balaam disse a Balac: Fermati presso al tuo olocausto, e io andrò; forse mi si farà il Signore incontro, e ciò ch’egli mi avrà fatto vedere, io tel rapporterò. Ed egli se ne andò sopra un’alta cima di un monte.

4  E Iddio si fece incontro a Balaam; e Balaam gli disse: Io ho ordinati sette altari, e ho offerto un giovenco e un montone, sopra ciascuno altare.

5  Allora il Signore mise la parola in bocca a Balaam1, e gli disse: Ritorna a Balac, e parla così.

6  Egli adunque ritornò a Balac; ed ecco, egli si stava presso al suo olocausto, insieme con tutti i principi di Moab.

7  Allora egli prese a proferire la sua sentenza, e disse: Balac, re di Moab, mi ha fatto condurre di Siria, Dalle montagne d’Oriente, Dicendo: Vieni, maledicimi Giacobbe; Vieni pure, scongiura Israele.

8  Come lo maledirò io? Iddio non l’ha maledetto; Come lo scongiurerò io? il Signore non l’ha scongiurato.

9  Quando io lo riguardo dalla sommità delle rupi, e lo miro d’in su i colli, ecco un popolo che abiterà da parte, e non si acconterà fra l’altre nazioni.

10  Chi annovererà Giacobbe, che è come la polvere? E chi farà il conto pur della quarta parte d’Israele? Muoia la mia persona della morte degli uomini diritti, e sia il mio fine simile al suo2.

11  Allora Balac disse a Balaam: Che mi hai tu fatto? io ti avea fatto venir per maledire i miei nemici; ed ecco, tu li hai pur benedetti.

12  Ed egli rispose, e disse: Non prenderei io guardia di dir ciò che il Signore mi ha messo in bocca?

13  E Balac gli disse: Deh! vieni meco in un altro luogo, onde tu lo vedrai; tu ne puoi di qui veder solamente una [p. 141 modifica]estremità, tu non lo puoi veder tutto; e maledicimelo di là.

14  E lo condusse al campo di Sofim, nella cima di Pisga; ed edificò sette altari, e offerse un giovenco e un montone, sopra ciascuno altare.

15  E Balaam disse a Balac: Fermati qui presso al tuo olocausto, e io me ne andrò colà allo scontro:

16  E il Signore si fece incontro a Balaam, e gli mise la parola in bocca; e gli disse: Ritorna a Balac, e parla così.

17  Ed egli se ne venne a Balac; ed egli se ne stava presso al suo olocausto, e con lui erano i principi di Moab. E Balac gli disse: Che ha detto il Signore?

18  Ed egli prese a proferir la sua sentenza, e disse: Levati, Balac, e ascolta! Porgimi gli orecchi, figliuolo di Sippor.

19  Iddio non è un uomo, ch’egli menta; nè un figliuol d’uomo, ch’egli si penta; avrà egli detta una cosa, e non la farà? Avrà egli parlato, e non atterrà la sua parola3?

20  Ecco, io ho ricevuta commissione di benedire; e poi ch’egli ha benedetto4, io non posso impedir la sua benedizione.

21  Egli non iscorge iniquità in Giacobbe, e non vede perversità in Israele. Il Signore Iddio suo è con lui5, e fra esso v’è un grido di trionfo reale.

22  Iddio, che li ha tratti fuori di Egitto, È loro a guisa di forze di liocorno.

23  Perciocchè non v’è incantamento in Giacobbe, nè indovinamento in Israele; infra un anno, intorno a questo tempo, e’ si dirà di Giacobbe e d’Israele: Quali cose ha fatte Iddio?

24  Ecco un popolo che si leverà come un gran leone, e si ergerà come un leone; egli non si coricherà, finchè non abbia divorata la preda, e bevuto il sangue degli uccisi6.

25  Allora Balac disse a Balaam: Non maledirlo, ma pure anche non benedirlo.

26  E Balaam rispose, e disse a Balac: Non ti diss’io, ch’io farei tutto ciò che il Signore direbbe?

27  E Balac disse a Balaam: Deh! vieni, io ti menerò in un altro luogo; forse piacerà a Dio che di là tu mel maledica.

28  Balac adunque menò Balaam in cima di Peor, che riguarda verso il deserto.

29  E Balaam disse a Balac: Edificami qui sette altari, e apparecchiami qui sette giovenchi, e sette montoni.

30  E Balac fece come Balaam avea detto; e offerse un giovenco e un montone, sopra ciascuno altare.