Pagina:Castiglione - Il libro del Cortegiano.djvu/345

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

annotazioni. 329


recte sapere, quasi fosse possibile sapere non recte. Al qual proposito conviene avvertire, che la voce italiana sapere corrisponde piuttosto alla latina scire, e che manchiamo nella nostra lingua di un vocabolo che perfettamente esprima il sapere del latini. Forse, ma pure imperfettamente, si potrebbe tradurre per aver senno.

Pag. 45, lin. 15. — Tolto da Cicerone. Dolce.

Pag. 46, lin. 12.se gli trovi. Così corresse il Dolce; le Aldine hanno, e forse il Castiglione scrisse si gli trovi. Del resto, questo pensiero parimente è tolto da Orazio:

 ut sibi quivis
Speret idem; sudet multum, frustraque laboret,
Ausus idem.

 (De Arte Poetica, v. 210-2-42.)

Pag. 47, lin. 2.italiana, commune. Così tutte le Aldine; il Dolce, tolta la virgola, scrisse, forse non male, italiana commune.

Pag. 47, lin. 53.perchè dite, se qualche. Così le Aldine degli anni 1538, 1541, 1547; le altre, perchè dite, che se qualche.

Pag. 47, lin. 37.Campidoglio si usa in rima dal Petrarca nel primo capitolo del Trionfo d’Amore. Gaetano Volpi.

Pag. 50, lin. 3. — ''nella maniera del cantare. Le Aldine degli anni 1528, 1538, 1541, hanno nella maniera dal cantare.

Pag. 50, lin. 14. — Intorno al Mantegna, vedi la Parte II della Verona illustrata, del celebre signor marchese Scipione Maffei, in-8, a carte 189. Volpi.

Pag. 52, lin. 30, 33. — non direste voi poi, che Cornelio nella lingua fosse pare a Cicerone, e Silio a Virgilio? Così le Aldine del 1541 e del 1547; le altre Aldine, con manifesto errore, non direste voi poi, che Cornelio nella lingua fosse pare a Cicerone, a Silio e a Virgilio?

Pag. 53, lin. 19.attiche. Le Aldine degli anni 1541 e 1547, antiche.

Pag. 55, lin. 11.non vi pare. Male le Aldine degli anni 1538, 1541, 1547, et vi pare.

Pag. 58, lin. 7, 8. — non estimandola tanto, ragionevol cosa è ancor credere. Così corresse il Dolce; le edizioni anteriori hanno non estimandola tanto ragionevol cosa, et ancor credere, tranne l’Aldina del 1547, che ha non estimandola tanto ragionevol cosa, è ancor credere.

Pag. 59, lin. 34. — Il simile dice Cicerone nella orazione in difesa di Archia poeta. Dolce.

Pag. 60, lin. 29. Versi tratti dal sonetto CXXXV del Petrarca.