Pagina:Cennini - Il libro dell'arte, 1859.djvu/210

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
170 tavola


Maestero. Seguita sempre la più eccellente luce, e voglia con debito ragionevole intenderla e seguitarla; perchè ciò mancando, non sarebbe tuo lavorío con nessuno rilievo, e verrebbe cosa semprice e con poco maestero. 9.

Maestro. Affáticati e diléttati di ritrarre sempre le miglior cose, che trovar puoi per mano fatte di gran maestri. 27. — di legname. Egli è una colla la quale adoperano maestri di legname, la quale si fa di formaggio mettudo in mollo. 112.

di vetri. Poi il tuo maestro di vetri toglie questo disegno, spianalo in sul desco o tavola, grande e piana. 171.

Magagna. Vedi Groppo.

Magistero. Sappi che nel sopraddetto modo volendo seguitare in più sottile magistero.... puoi l’uomo interamente buttarlo e improntarlo. 183.

Magliuolo. «Piccolo maglio, Maglietto.» Abbi dall’altra mano uno magliuolo non troppo grieve, di saligaro, e batti sopra questa stoppa, riinenaudola e rivolgendola coll’altra mano. 170.

Magone, «Stomaco». Dalla forcella della gola a quella del magone, o vero stomaco, un viso (per lunghezza). 70.

Manichetto. «Piccolo manico.» Poi la commetti (la pietra da brunire) in uno manichetto di legno con ghiera d’ottone, o di rame, e da capo fa’ che il manico sia ben ritondo e pulito. 136.

Manico. Vedi Manichetto.

Maniera. Poi a te interverrà che, se punto di fantasia la natura ti arà conceduto, verrai a pigliare una maniera propria per te, e non potrà essere altro che buona. 27. — E seguitando di dì in dì, contra natura sarà che a te non venga preso di suo’ maniera e di suo’ aria. ivi. — Perocchè se ti muovi a ritrarre oggi di questo maestro, doman di quello, nè maniera dell’uno, nè maniera dell’altro non n’arai. ivi.

Maniera. Vedi Tratta.

Mano. Poi da’ una mano di quella colla che temperi i gessi in ancone ovvero tavola. 163.

Mano temperata. E fa’ con temperata mano, acciò che questa cotal pelle tu la possa spiccare dalla prieta con salvamento a modo di una carta. 25.

Margine, «Estremità.» Ritornando al colore dell’ocria, andai col coltellino di dietro cercando alla margine di questo colore. 45.

Margine. «Segno, Voglia.» E dimostravansi i predetti colori per questo terreno, sì come dimostra una margine nel viso di un uomo o di donna 45.

Mareggiante, «Marezzato.» E guarda l’oro: che se ’l vedi mareggiante e tosto, come di carta di cavretto, allora tiello buono. 159.

Martellino. Ancora puoi senza osso disegnare nella detta carta, con istile di piombo; cioè fatto lo stile due parti piombo, e una parte stagno ben battuto a martellino 11. — Abbi un pezzo di sega, e segala (la forma) in più luoghi dal lato di fuori.... Interverratti che quando sarà piena, io piccola botta di martellino la spezzerai destramente. 184.

Mastello. Togli la calcina sfiorata, ben bianca; mettila spolverata in un mastello per ispazio di dì otto, rimutando ogni dì acqua chiara. 58. — Ora si