Pagina:Cennini - Il libro dell'arte, 1859.djvu/212

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
172 tavola
vago in giallo: che di questo colore con altre mescolanze.... se ne fa di belle verdure e color d’erba. 46.

Mestoletta. E con una mestoletta togli di questo negro, e spiànatene su per la palma della mano, cioè sopra il guanto. 173.

Metadella. «Mezzetta, mezzo boccale.» E spazzato di carbone (il disegno) togli una scudella, o catinella grande d’acqua, o vuoi metadella a modo di Toscana. 177.

Mettere a fuoco. Poi, questo pignattello mettilo a fuoco che sia temperato. 16.

d’ariento. Se vuoi fare drappi d’ariento, quella medesima ragione e condizione si vuole avere a mettere d’ariento, che mettere d’oro. 142.

di biacca. Ancora certe tavolette le quali s’usano per mercatanti, che sono di carta pecorina ingessata e messe di biacca a olio. 6.

di bolo. Queste due parti (il disegno e il colorire) vogliono questo cioè: saper tritare o ver macinare,... rilevare di gesso, mettere di bolo, mettere d’oro, brunire, temperare ec. 4.

d’oro. Queste due parti (il disegno e il colorire) vogliono questo, cioè: sapere tritare, o ver macinare.... ingessare e radere i gessi, pulirli, e rilevare di gesso, mettere in bolo, mettere d’oro, brunire ec. 4.

giù. Staendo la fiura bene, abbi la detta penna, e va’ a poco a poco fregandola su per lo disegno; non tanto però, che squasi ti metta giù il disegno; non tanto però che tu non intenda bene i tuoi tratti fatti. 122.

Mezza chiara, «Tinta di colore mezzo chiaro.» E poi gentilmente disegna, e vieni conducendo le tue chiare, mezze chiare, e scure a poco a poco. 13.

Mezzano agg. a colore. Togli poi il mezzan colore, e va’ campeggiando di quelle pieghe scure. 72.

Mezzi. Ragguarda prima di che spazio ti pare o storia o figura che vogli ritrarre; e guarda dove ha gli scuri, e mezzi, e bianchetti. 29. — E questo vuol dire che hai a dare la tua ombra d’acquerelle d’inchiostro, in mezzi, lasciare del campo proprio; e a’ bianchetti, dare di biacca, ivi. Vedi Chiareggiare.

Mezzo. Far bollire per mezzo, «cioè in modo che la materia bollendo sì riduca alla sua metà.» — E fallo (l’olio di linseme) bollire per mezzo, e sta bene. 91.

Tornare per mezzo. «Ridurre alla metà.» Ma per fare mordenti, quando è tornato (l’olio di linseme) per mezzo, mettivi per ciascuna libra d’olio un’oncia di vernice liquida. 91. — E quando è il sole lione, tiello (l’olio di linseme) al sole, il quale se vel tieni tanto che torni per mezzo, è perfettissimo da colorire. 92.

Miccino. Poi togli un poca di sinopia scura, con un miccin di nero, e profila ogni stremità di naso, d’occhi, di ciglia. 147.

Midolla di pane. E se alcuna volta t’avvenisse trascorso, che volessi tor via alcuno segno fatto per lo detto piombino, togli una poca di midolla di pane e fregavela su per la carta. 12.

* Migliuolo, Mugliuolo e Miolo, «Bicchiere.» Quando l’hai così brunito e ben netto, togli un migliuolo, presso a pieno d’acqua chiara ben netta, e mettivi dentro un poca di quella tempera di quella chiara dell’uovo. 135.

Miniare. Prima, se vuoi miniare, conviene che con piombino o vero stile disegni figure, fogliami, lettere, o quello che tu vuoi, in carta. 157.