Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/501

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Liberazioni accordate SALMO 78. da Dio ad Israele.
5 Io ripenso a’ giorni antichi, agli anni da lungo tempo passati.

6 Io mi ricordo come già io sonava; io medito nel mio cuore di notte, e lo spirito mio va investigando.

7 Il Signore mi rigetterà egli in perpetuo? E non mi gradirà egli giammai più?

8 È la sua benignità venuta meno per sempre mai? È la sua parola mancata per ogni età1?

9 Iddio ha egli dimenticato di aver pietà? Ha egli serrate per ira le sue compassioni2? (Sela.)

10 Io ho adunque detto: Se io son fiacco, egli è perchè la destra dell’Altissimo è mutata.

11 Io mi rammemoro le opere del Signore; perciocchè io mi riduco a memoria le tue maraviglie antiche;

12 E medito tutti i tuoi fatti, e ragiono delle tue operazioni.

13 O Dio, le tue vie si veggono nel Santuario; chi è dio grande, come Iddio?

14 Tu sei l’Iddio che fai maraviglie; tu hai fatta conoscere la tua forza fra i popoli.

15 Tu hai, col tuo braccio, riscosso il tuo popolo; i figliuoli di Giacobbe e di Giuseppe. (Sela.)

16 Le acque ti videro, o Dio; le acque ti videro, e furono spaventate; gli abissi eziandío tremarono.

17 Le nubi versarono diluvi d’acque; i cieli tuonarono; i tuoi strali eziandío andarono attorno.

18 Il suon de’ tuoi tuoni fu per lo giro del cielo; i folgori alluminarono il mondo; la terra fu smossa, e tremò.

19 La tua via fu per mezzo il mare, e il tuo sentiero per mezzo le grandi acque; e le tue pedate non furono riconosciute.

20 Tu conducesti, per man di Mosè e d’Aaronne, il tuo popolo, come una greggia3.

SALMO 78.

Liberazioni accordate da Dio ad Israele, e ribellioni continue di questi. Dio ha scelto Giuda e Davide per pascere Israele.

Maschil di Asaf.

1 ASCOLTA, o popol mio, la mia dottrina; porgete gli orecchi alle parole della mia bocca.

2 Io aprirò la mia bocca in sentenze; io sgorgherò detti notevoli di cose antiche;

3 Le quali noi abbiamo udite, e sappiamo, e le quali i nostri padri ci han raccontate.

4 Noi non le celeremo a’ lor figliuoli, alla generazione a venire4; noi racconteremo le lodi del Signore, e la sua forza, e le sue maraviglie ch’egli ha fatte.

5 Egli ha fermata la testimonianza in
Giacobbe, ed ha posta la Legge in Israele; le quali egli comandò a’ nostri padri di fare assapere a’ lor figliuoli;

6 Acciocchè la generazione a venire, i figliuoli che nascerebbero, le sapessero, e si mettessero a narrarle a’ lor figliuoli;

7 E ponessero in Dio la loro speranza, e non dimenticassero le opere di Dio. Ed osservassero i suoi comandamenti;

8 E non fossero come i lor padri, generazione ritrosa e ribella; generazione che non dirizzò il cuor suo, il cui spirito non fu leale inverso Dio5.

9 I figliuoli di Efraim, gente di guerra, buoni arcieri, voltarono le spalle al dì della battaglia.

10 Non avevano osservato il patto di Dio, ed avevano ricusato di camminar nella sua Legge6.;

11 Ed avevano dimenticate le sue opere, e le maraviglie ch’egli aveva lor fatte vedere.

12 Egli aveva fatti miracoli in presenza de’ padri loro, nel paese di Egitto, nel territorio di Soan7..

13 Egli aveva fesso il mare, e li aveva fatti passare per mezzo; ed aveva fermate le acque come un mucchio8.

14 E li aveva condotti di giorno colla nuvola, e tutta notte colla luce del fuoco9.

15 Egli aveva schiantate le rupi nel deserto10, e li aveva copiosamente abbeverati, come di gorghi;

16 Ed aveva fatto uscir de’ ruscelli della roccia, e colare acque, a guisa di fiumi.

17 Ma essi continuarono a peccar contro a lui, provocando l’Altissimo a sdegno nel deserto11;

18 E tentarono Iddio nel cuor loro, chiedendo vivanda a lor voglia12;

19 E parlarono contro a Dio, e dissero: Potrebbe Iddio Metterci tavola nel deserto?

20 Ecco, egli percosse la roccia, e ne colarono acque, e ne traboccarono torrenti; potrebbe egli eziandío dar del pane, o apparecchiar della carne al suo popolo?

21 Perciò, il Signore, avendoli uditi, si adirò fieramente; ed un fuoco si accese contro a Giacobbe, ed anche l’ira gli montò contro ad Israele;

22 Perciocchè non avevano creduto in Dio13, e non si erano confidati nella sua salvazione;

23 E pure egli aveva comandato alle nuvole di sopra, ed aveva aperte le porte del cielo;

24 Ed aveva fatta piovere sopra loro la manna da mangiare14, ed aveva loro dato del frumento del cielo.


  1. Rom. 9. 6.
  2. Is. 49. 15.
  3. Es. 13. 21.
  4. Deut. 4. 9; 6.7.
  5. Deut. 31. 27.
  6. 2 Re 17.15.
  7. Es. cap.; 7–12
  8. Es. 14. 21.
  9. Es. 13. 21.
  10. Es. 17. 6. Num. 20. 11. 1 Cor. 10. 4.
  11. Deut. 9. 22. Eb. 3. 15, ecc.
  12. Num. 11. 4, ecc.
  13. Eb. 3. 18. Giuda ver. 5.
  14. Es. 16. 4. ecc.

493