Pagina:Zibaldone di pensieri VI.djvu/337

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
332 pensieri (3960-3961)



*    Participii passivi in senso attivo o neutro ec. Atentado cioè prudente, accorto, cauto ec., da atentar cioè tastare. Corrisponde appunto al latino cautus, voce che originariamente è participio, e che spetta a questa medesima categoria, come altrove. Similmente l’italiano avvisato e simili, di cui altrove. Vedi ancora i dizionari spagnuoli in recatado, recatar ec. (9 decembre 1823).


*    Che mentar, rammentare, ammentare ec., o se non altro il primo, non venga da mente,1 ma dal supino mentum dell’inusitato meno di cui non sussiste in latino che il perfetto memini, e del quale altrove? (9 decembre, Vigilia della Venuta della S. Casa, 1823). Vedi p. 3985.  (3961)


*   Che recatar ec. sia quasi recautare da recautum di un recaveo? Vedi i dizionari spagnuoli e il glossario ec. (9 decembre 1823). Vedi p. 3964


*    Altrove ho notato non so qual verbo composto con preposizione latina inusitata nelle lingue moderne, ch’é usitato nelle lingue moderne e non si trova nel latino. Di questi tali sí verbi sí vocaboli qualunque ve ne sono moltissimi nelle lingue nostre, e l’argomento da me fatto intorno al suddetto verbo si deve stendere a tutti questi altri (9 decembre 1823). Vedi p. 3969.


*    Alla p. 3955, margine. Ovvero che la sua straordinarietà sia di quelle che producono un bello straordinario (e quindi grazioso, anzi tale che si chiama piuttosto grazia che bellezza), cioè un accozzamento di parti ec. che non sogliono riunirsi insieme a produrre e formare il bello, ma tra cui non v’ha scon-

  1. Vedi il glossario ec. Ramentevoir francese antico.