Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1260

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1260

../1259 ../1261 IncludiIntestazione 23 febbraio 2013 100% Saggi

1259 1261


[p. 40 modifica] genere di esseri, quando non si dà perfezione comparativa fuori dello stesso genere, ma solamente fra gl’individui ec (1 luglio 1821).


*    Si può però ammettere una perfezione comparativa fra i diversi generi di cose dentro il sistema di questa tal natura o modo universale di esistere: ma [p. 41 modifica]una perfezione comparativa assai larga e molto meno stretta e precisa di quello che l’uomo e il vivente qualunque si figuri naturalmente; e non mai assoluta, perché assoluta non potrebb’essere se non in ordine al sistema intiero ed universale di tutte le possibilità. Questo pensiero ha bisogno di esser ponderato, svolto, dilatato e rischiarato (1 luglio 1821).


*    A quello che altrove ho detto circa l’impossibilità di far bene quello che si fa con troppa cura, si può aggiungere quello che dice l’Alfieri nella sua Vita della matta attenzione ch’egli poneva a tutte le minuzie nelle sue prime letture e studi de’ classici; e quello che ci avviene, per esempio, nello studio delle lingue. Nel quale osservate che da principio per la somma attenzione che ponete a ogni menoma cosa, leggendo in quella tal lingua, vi riescono gli scrittori sempre, piú o meno, difficili. Laddove bene spesso, se si dà il caso che