Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1589

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1589

../1588 ../1590 IncludiIntestazione 5 dicembre 2013 100% Saggi

1588 1590

[p. 250 modifica] o sommi. Gli uni e gli altri per diversissima ragione cercano il metodo e il riposo. Gli uni per sopire i desiderii che li tormentano, gli altri perché non ne hanno. Gli uni perché la vita non basta loro, si rifuggono alla morte, gli altri perché il loro animo non vive. Gli uni ancora perché non hanno bisogno di vita esterna vivendo assai internamente, gli altri perché non abbisognano d’alcuna vita. Gli spiriti mediocri, cioè la massima parte degli uomini, sono incompatibili con questo stato, e infelicissimi in esso o in altro che lo somigli. Vedi la p. 1584, fine (30 agosto 1821). [p. 251 modifica]


*    Chi ha perduto la speranza d’esser felice, non può pensare alla felicità degli altri, perché l’uomo non può cercarla che per rispetto alla propria. Non può dunque neppure interessarsi dell’altrui infelicità (30 agosto 1821).


*    Vuoi tu vedere l’influenza dell’opinione e dell’assuefazione sul giudizio e sul sentimento, per cosí dire, fisico delle proporzioni; anzi come questo nasca totalmente dalle dette cause, e ne sia interamente determinato?