Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2190

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2190

../2189 ../2191 IncludiIntestazione 20 giugno 2015 100% Saggi

2189 2191

[p. 97 modifica] che laddove quelli ch’io chiamo continuativi sono usati talvolta nel senso frequentativo (e la ragione vedila p. 2023), i verbi per altro in itare, che son veri frequentativi o diminutivi, non si troveranno mai o difficilissimamente usati ne’ vari sensi continuativi da me specificati (vedi p. 1116 [p. 98 modifica]sulla fine, 1117);il che dimostra una precisa, voluta e non accidentale differenza tra il valor proprio de’ verbi in itare e di quelli in semplice are. E in che consista tal differenza di valor proprio, questo è ciò che, essendo stato finora inosservato, ho notato io, facendo conoscere i verbi in are ec. per propriamente continuativi, non frequentativi né diminutivi, e i verbi in itare per frequentativi o diminutivi non continuativi. E in ciò è riposta la mia scoperta. Siccome poi il significato continuativo è di natura piú sottile che il frequentativo, perciò accadde che quei verbi de’ quali era proprio il primo significato fossero, coll’andar del