Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2305

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2305

../2304 ../2306 IncludiIntestazione 4 settembre 2015 100% Saggi

2304 2306

[p. 158 modifica]


*   Gl’italiani, i francesi, gli spagnuoli usano il verbo sapio (sapere, saber, savoir) nel senso di scio. Che vuol dir ciò, se non che cosí adoperava quel volgare da cui, e non d’altronde, tutte tre queste lingue son derivate? [p. 159 modifica]derivate Vedi il Forcellini e il glossario e sapiens, sapientia ec. (29 dicembre 1821).


*    Ho detto altrove che gli antichi, e ciò per natura, consideravano il forestiero come naturalmente ed essenzialmente diverso dal paesano, e come ente d’altra natura. Quindi è ch’essi si difendevano da’ forestieri o gli assaltavano, come facevano colle bestie, cogli animali o colle cose d’altra specie, se non quanto ponevano maggior gloria nel vincer gli uomini, come vittoria piú difficile. Ma la guerra nell’antica e primitiva idea non differiva o punto o quasi punto dalla caccia, come non differisce presso i selvaggi. Quindi non quartiere, non pietà, non magnanimità (che allora non si credeva aver luogo col nemico), non perdono col vinto; quindi