Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2423

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2423

../2422 ../2424 IncludiIntestazione 4 settembre 2015 100% Saggi

2422 2424

[p. 231 modifica] antichissimi in qua, se non forse nell’estensione, cioè in quanto ella opera in minor numero di persone. Ma in quelli in cui opera ell’é dello stesso valore.

2a, L’utilità del punto d’onore ne’ due casi. Questa è chiaro che nel primo caso è somma, nel secondo è nulla, anzi in luogo suo v’ha una grandissima disutilità e danno.

3a, La grandezza e la qualità di quest’onore, ossia la natura di quell’idea che l’uomo se ne forma. Questa si può vedere considerando che il premio di quei due greci, per aver osservato le leggi del punto d’onore, furono il rispetto e l’invidia portata dai loro concittadini ai loro parenti; la sepoltura pubblica; gli onori piuttosto festivi che funebri renduti alla loro memoria; gl’inni e i cantici de’ poeti e dei musici per tutta la Grecia, e quindi per sempre nelle altre nazioni civili; la ricordanza eterna delle storie patrie e forestiere; l’immortalità insomma, non solo presso i greci, ma presso tutti gli altri popoli cólti, fino a oggidí. Il premio di quel giovane duellatore è la stima di pochi giovanastri [p. 232 modifica]giovinastrisuoi pari, d’una società di caffè,