Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2528

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2528

../2527 ../2529 IncludiIntestazione 5 dicembre 2015 100% Saggi

2527 2529

[p. 291 modifica] due ma infinite facce, sotto ciascuna delle quali si può considerare, contemplare, dimostrare e credere con ragione e verità. E intanto si dice che n’abbia due in quanto d’ogni proposizione si può dir pro e contra, dimostrarla vera e falsa, e sostenere cosí la tal proposizione, come la sua contraria. E ogni proposizione e verità sussiste e non sussiste, in quanto al nostro intelletto e anche per se. E d’ogni cosa si può affermar questo o quest’altro, [p. 292 modifica]e parimente negarlo. Il che piú vivamente e dirittamente dimostra come non sussiste verità assoluta (29 giugno 1822, dí di San Pietro e mio natalizio).


*   Alla p. 2496, fine. Finché si fa conto de’ piaceri e de’ proprii vantaggi e finché l’uso, il frutto, il risultato della propria vita si stima per qualche cosa e se n’é gelosi, non si prova mai piacere alcuno. Bisogna disprezzare i piaceri, contar per nulla, per cosa di niun momento e indegna di qualunque riguardo e custodia, i proprii vantaggi, quelli della gioventú e se stesso, considerar