Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3170

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3170

../3169 ../3171 IncludiIntestazione 8 dicembre 2016 100% Saggi

3169 3171

[p. 222 modifica] utimur, et scribimus DaFus, serFus, corFus. Donatus, ad Terr. Andr., I, 2, 2 (12 agosto, dí di Santa Chiara, 1823).


*    Cosí ridondante, o con un certo cotal significato che non si può altrimenti esprimere se non col gesto, si crede esser proprietà della nostra lingua, e idiotismo [p. 223 modifica]idiotismodel nostro dir familiare (benché molto usato dagli eleganti scrittori). Vedi pure Cicerone, ad Att., XIV, 1, e il Forcellini in Abeo ,§ 16o. Ma quest’uso è latino e greco. Vedi il Forcellini in Sic ai §§ sesto, nono, decimo; Catullo, XIV, 16, e Platone nel Convito, ed. Astii, Lips., 1819, segg., t. III, p. 440, vers. 24. E. Gli spagnuoli hanno qualcosa di simile (12 agosto, dí di Santa Chiara, 1823).


*    Profittare, approfittare, profiter, aprovechar ec. quasi profectare da profectus di proficio. Pretextar spagnuolo, prétexter francese da praetexo-xtus (12 agosto, dí di Santa Chiara, 1823).


*    Diciamo volgarmente uomo indigesto per difficile, bisbetico. Or tale appunto si è il proprio significato del greco δύσκολος, per metafora morosus, opposto di εὔκολος. E vedi la Crusca in discolo (12 agosto, dí di Santa Chiara, 1823).