Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3192

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3192

../3191 ../3193 IncludiIntestazione 12 gennaio 2017 100% Saggi

3191 3193

[p. 236 modifica] medesima azione o soggetto, qualunque [p. 237 modifica]siasi la cagione, perch’esse vivamente lo rappresentino (come spaccare piú vivamente rappresenta l’azione significata, e desta un’idea piú viva che fendere per varie ragioni che ora non accade specificare, e lungo sarebbe il farlo), o perché di un’azione o di un soggetto non vivace, ne destano però una viva e presente idea (18 agosto 1823).


*    Per li nostri pedanti il prender noi dal francese o dallo spagnuolo voci o frasi utili o necessarie non è giustificato dall’esempio de’ latini classici che altrettanto faceano dal greco, come Cicerone massimamente e Lucrezio, né dall’autorità di questi due e di Orazio nella Poetica, che espressamente difendono e lodano il farlo. Perocché i nostri pedanti coll’universale dei dotti e degli indotti tengono la lingua greca per madre della latina. Ma hanno a sapere ch’ella non fu madre della latina, ma sorella, né piú né meno che la francese e la spagnuola sieno sorelle dell’italiana. Ben è vero che la greca letteratura e