Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3908

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3908

../3907 ../3909 IncludiIntestazione 17 settembre 2018 100% Saggi

3907 3909

[p. 284 modifica] positivati) a principio ebbe forse un senso frequentativo, che poi perdè, restandogli quello del positivo. E cosí gli altri, ciascuno de’ quali (nomi o verbi) in origine dovettero in qualunque modo differire nel senso dai positivi. Del resto, i verbi in ulare ec. propriamente sono diminutivi e perciò spettano al mio discorso. Hanno però talora un senso simile al frequentativo (come tanti verbi italiani altrove da me notati), ma non perciò si possono men giustamente porre fra’ diminutivi, giacché solo dalla diminuzione ricevono quel tal potere di significar la frequenza ec., il qual significato è come una specie de’ significati diminutivi ec. (26 novembre 1823). [p. 285 modifica]


*    Alla p. 3520. E bene spesso l’irriflessione de’ fanciulli, degl’ignoranti, degl’inesperti ec. fa quello stesso e cosí perfettamente o assai meglio ancora, che può fare e fa la riflessione, la prudenza, la provvidenza, l’accorgimento, l’abilità, la prontezza ec. e la presenza di spirito acquistata a forza di pratica ec., trova gli stessi partiti che potrebbe abbracciare dopo maturissima considerazione l’uomo il piú riflessivo, e dov’é bisogno di prontezza, con altrettanta e maggior prontezza li trova e li eseguisce, che possa fare l’abito della riflessione ec. (26 novembre 1823).


*    Causare per accusare, accagionare, del che altrove in proposito dell’antico latino cuso, Machiavelli, Vita di Castruccio Castracani, non molto avanti il mezzo. Tutte le Opere, 1550, parte seconda, p. 73, principio: Occorse in questi tempi che il popolo di Roma cominciò a tumultuare per il vivere caro, causandone l’assenza del Pontifice che si trovava in Avignone, et biasimarono i governi Tedeschi (26 novembre 1823).