Poesie (Porta)/17 - Quand passi dalla piazza di Mercant

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
17 - Quand passi dalla piazza di Mercant

../16 - Varon, Magg, Balestrer, Tanz e Parin ../18 - On villan porch de razza de becchee IncludiIntestazione 27 settembre 2008 75% poesie

Carlo Porta - Poesie (XIX secolo)
17 - Quand passi dalla piazza di Mercant
16 - Varon, Magg, Balestrer, Tanz e Parin 18 - On villan porch de razza de becchee

 
Quand passi dalla piazza di Mercant
e che vedi a brusà di mercanzij
in mezz a on serc de ozios, de tôff, de spij,
ridi de coeur ch’hoo mai riduu oltertant.

Ingles mincioni, dighi, arzi ignorant!5
Credevev fors che non fussem de quij
de innorbì coj vost strasc, coj spezziarij?
On cazz! vardee? vj brusem ben d’incant.

Né ve credissev nanch che sti falò
se pizzassen domà per gust del Re10
in pubblegh e sui piazz? Mai, mai! Ohibò

I femm anch nun tra nun per nost piasè;
anzi on disnà nol ne fa mai bon prò
se nol sa on poo de gremm del vost caffè.