Poesie (Porta)/96 - Già hin tutt smorfi traa via per nagotta

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
96 - Già hin tutt smorfi traa via per nagotta

../95 - Dormiven dò tosann tutt dò attaccaa ../97 - L'è mò vora cara lee IncludiIntestazione 27 settembre 2008 75% poesie

Carlo Porta - Poesie (XIX secolo)
96 - Già hin tutt smorfi traa via per nagotta
95 - Dormiven dò tosann tutt dò attaccaa 97 - L'è mò vora cara lee

 
Già hin tutt smorfi traa via per nagotta,
no foo pas pù, no foo pù pas sicur,
che la staga pur rotta se l’è rotta,
quant a quest sont todesch zorocch tì e mur.

Oh, per adess gh’hoo stomegh de stà a botta5
a tutt quant i soeu vergna, ai soeu figur,
che se la me vegniss anca in lecc biotta
la pienti e scappi inscì in camisa al scur.

Donca la m’ha capii, parlemmen d’olter,
lee che la tenda drizz per la soa part,10
e mì anch mì per la mia, e noccorrolter.

Foo poeù cunt che sarev on gran salamm
se ris’ciass col fà lumm al terz, al quart,
de destrugà el mocchett e de insciramm.