Prose (Foscolo)/VIII. Scritti vari dal 1805 al 1806/I. Frammenti di versioni (1805)/2. Da Plinio, Epistolae, VI, I

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Gaio Plinio Cecilio Secondo

Epistolae, VI, I ../1. Dalla Germania di Tacito ../../II. Difesa da me fatta a Valenciennes l'anno 1805 pel disgraziato sargente Armani IncludiIntestazione 17 aprile 2022 75% Da definire

VIII. Scritti vari dal 1805 al 1806 - 1. Dalla Germania di Tacito VIII. Scritti vari dal 1805 al 1806 - II. Difesa da me fatta a Valenciennes l'anno 1805 pel disgraziato sargente Armani
[p. 186 modifica]

2

Da Plinio, Epistolae, VI, 1.

Finché stetti oltre il Po, e tu nel Piceno, io sospirava un po’ meno; ma ben piú ora che io sono in Roma e tu nel Piceno: sia che i luoghi, ove io soleva convivere teco, mi parlino piú al cuore, sia che la vicinanza attizzi il desiderio degli assenti, e quanto piú s’avvicina la speranza, altrettanto piú si fa intollerabile l’impazienza.1 Comunque sia, toglimi da questo martirio. Vieni, o io me ne tornerò lá donde mi sono sconsigliatamente affrettato a partirmi, non foss’altro per isperimentare se tu, quando ti vedrai a Roma senza di me, mi scriverai una lettera simile a questa. Addio.

  1. Variante dell’autografo: «altrettanto piú l’impazienza ti strugge» [Ed.].