Raccolta di proverbi bergamaschi/Giorno, notte

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giorno, notte

../Giuoco ../Gioventù, vecchiezza IncludiIntestazione 6 luglio 2014 75% Da definire

Giuoco Gioventù, vecchiezza
[p. 81 modifica]

GIORNO, NOTTE.


A lüsùr de candéla ol cancàs al par télaV. False apparenze.
[p. 82 modifica]
La matina l’è la màder di mestérLa mattina è la madre dei mestieri. Questo proverbio è degno di accompagnarsi al tedesco: Morgenstunde hat Gold in Munde, che significa: L’ora mattutina ha l’oro in bocca. I Veneti dicono come noi: La matina xe la mare dei mistieri, ed anche dicono: La matina xe la mare dei fati; I fati de la matina impina (riempiono) la manina.
La nòć l’è facia per i lóc, o per i sgrignàpoleLa notte è fatta per gli allocchi, o per i pipistrelli — Cani, lupi e bôtte, vanno fuori di notte (Tosc.); Stà sul fuoco quando è sera, a grattar la sonagliera, se aver vuoi la pelle intera. Il prov. tedesco dice che la notte non è amica dell’uomo: Die Nacht ist keines Menschen Freund.