Regione Lombardia Deliberazione n° X 2375

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Regione Lombardia

2014 R Regione Lombardia Deliberazione n° X 2375 Intestazione 4 ottobre 2014 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

- DELIBERAZIONE N° X / 2375 Seduta del 19/09/2014

Presidente ROBERTO MARONI

Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente

ALBERTO CAVALLI
VALENTINA APREA
GIOVANNI FAVA
VIVIANA BECCALOSSI
MASSIMO GARAVAGLIA
SIMONA BORDONALI
MARIO MELAZZINI
PAOLA BULBARELLI
MAURO PAROLINI
MARIA CRISTINA CANTU'
ANTONIO ROSSI
CRISTINA CAPPELLINI
CLAUDIA TERZI

Con l'assistenza del Segretario Fabrizio De Vecchi

Su proposta dell'Assessore Valentina Aprea

Si esprime parere di regolarità amministrativa ai sensi dell'art.4, comma 1, l.r. n.17/2014:

Il Dirigente Claudia Moneta
Il Direttore Generale Giovanni Bocchieri

Oggetto

APPROVAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER L'AZIONE DENOMINATA "FORMAZIONE INSEGNANTI GENERAZIONE WEB LOMBARDIA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2014/2015 E 2015/2016" A SOSTEGNO DELLE POLITICHE INTEGRATE DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA DIDATTICA

VISTA la l.r. 6 agosto 2007, n. 19 “Norme sul sistema educativo di istruzione e formazione della Regione Lombardia” e, in particolare, l’articolo 29 che prevede che la Regione:
- valorizzi l'innovazione didattica e tecnologica per la qualificazione del sistema di istruzione e formazione;
- promuova le attività di qualificazione del personale dell’istruzione e formazione professionale e, nel rispetto delle competenze dello Stato, le attività di qualificazione del personale in servizio nelle istituzioni scolastiche;
- promuova e valorizzi progetti di ricerca didattica e di innovazione pedagogica, fondati su esperienze concrete realizzate da docenti e altri operatori in ambito scolastico ed extra scolastico;

RICHIAMATI gli atti di programmazione strategica regionale e, in particolare, il “Piano di Azione Regionale 2011/2015 per la programmazione delle politiche integrate di istruzione, formazione e lavoro e del sistema universitario lombardo” – approvato con D.C.R n. IX/365 del 7 febbraio 2012 – e il Programma Regionale di Sviluppo (PRS) della X legislatura, di cui alla D.C.R. n. X/78 del 9 luglio 2013, che individuano, tra i criteri guida dell’azione di Governo regionale, l’investimento sull’educazione dei giovani per la crescita e lo sviluppo del capitale umano e per lo sviluppo di un’economia dinamica fondata sulla conoscenza, anche attraverso l’adeguamento delle dotazioni tecnologiche degli istituti scolastici e formativi;

PRESO ATTO del percorso di digitalizzazione e di sviluppo dell’innovazione avviato a livello comunitario nell’anno 2010 tramite la cosiddetta Agenda Digitale Europea, iniziativa fondamentale dalla Strategia Europa 2020, che evidenzia il ruolo chiave delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione come strumento per il raggiungimento di elevati livelli di istruzione e occupazione e di rilancio della competitività del tessuto economico e di crescita sociale;

RILEVATO che la citata Agenda Digitale europea ha individuato, quali azioni prioritarie per il perseguimento dei citati obiettivi, l’impegno degli Stati membri a integrare l’apprendimento elettronico nelle politiche nazionali per modernizzare l’istruzione e la formazione anche nei programmi, nella valutazione dei risultati formativi e nello sviluppo professionale di insegnanti e formatori;

DATO ATTO che a partire dall’a.s. 2012/2013 è stato avviato dalla Regione un percorso comune con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per 1l’attuazione e l’implementazione nel territorio lombardo del “Piano Nazionale Scuola Digitale,” mediante la realizzazione di azioni volte all’innovazione tecnologica e digitale negli ambienti scolastici;

RICHIAMATI l’Accordo negoziale tra Regione Lombardia e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - approvato in schema con D.G.R. n. IX/3296 del 18/04/2012 - e la successiva Intesa siglata in sede di Conferenza Stato-Regioni in data 25 luglio 2012, in virtù dei quali è stata promossa negli anni scolastici 2012/2013 e 2013/2014 l’azione denominata “Generazione Web Lombardia”, volta alla diffusione nelle istituzioni scolastiche e formative di azioni di innovazione tecnologica nella didattica;

EVIDENZIATO che la sopra richiamata iniziativa ha garantito a 689 istituzioni scolastiche e formative un sostegno finanziario per l’acquisto di strumentazione informatica e dispositivi digitali destinati al lavoro individuale e di gruppo degli studenti, nonché riservato ulteriori contributi a titolo di premialità a favore delle migliori iniziative progettuali realizzate;

DATO ATTO che con la D.G.R. n. 558 del 02/08/2013 è stata promossa l’azione “Formazione insegnanti Generazione Web Lombardia”, con la quale è stata realizzata una capillare attività di formazione a favore di 4675 docenti delle istituzioni scolastiche e formative lombarde ammesse al finanziamento nell’ambito dell’iniziativa “Generazione Web Lombardia”, finalizzata a potenziarne le competenze per un utilizzo ottimale delle strumentazioni e tecnologie per la didattica digitale;

RILEVATA l’esigenza di valorizzare gli investimenti realizzati nelle precedenti annualità, mettendo a disposizione ulteriori risorse per estendere ai docenti di tutte le scuole del sistema educativo lombardo l’opportunità di usufruire di attività di formazione, che consentano loro un più efficace utilizzo delle nuove tecnologie digitali in contesti educativi e didattici;

RITENUTO pertanto di approvare le Linee Guida per l’azione “Formazione insegnanti Generazione Web Lombardia per gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016” a sostegno delle politiche integrate di innovazione tecnologica nella didattica, come da allegato “A”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

DATO ATTO che sui contenuti delle linee guida di cui all’Allegato “A” è stato sentito l’Ufficio Scolastico Regionale; DATO ATTO che per il finanziamento degli interventi della citata azione vengono messe a disposizione risorse pari a Euro 700.000,00, che trovano copertura a valere sui capitoli di spesa 4.02.104.8498, 4.02.104.8499, 4.02.104.8501 del bilancio regionale – esercizio finanziario 2014, salvo ulteriori risorse aggiuntive che potrebbero rendersi disponibili;

RITENUTO altresì di demandare a successivo provvedimento del competente dirigente della Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro lo svolgimento di tutte le attività necessarie per l’attuazione della presente deliberazione e, in particolare, l’emanazione di apposito avviso pubblico per la selezione delle candidature;

A voti unanimi espressi nelle forme di legge;

DELIBERA

1. di approvare le Linee Guida per l’azione “Formazione insegnanti Generazione Web Lombardia per gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016” a sostegno delle politiche integrate di innovazione tecnologica nella didattica, come da allegato “A”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2. di stabilire che per il finanziamento degli interventi della citata azione vengono messe a disposizione risorse pari a Euro 700.000,00, che trovano copertura a valere sui capitoli di spesa 4.02.104.8498, 4.02.104.8499, 4.02.104.8501 del bilancio regionale – esercizio finanziario 2014, salvo ulteriori risorse aggiuntive che potrebbero rendersi disponibili;

3. di demandare a successivo provvedimento del competente dirigente della Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro lo svolgimento di tutte le attività necessarie per l’attuazione della presente deliberazione e, in particolare, l’emanazione di apposito avviso pubblico per la selezione delle candidature;

4. di disporre la pubblicazione del presente atto sul B.U.R.L. di Regione Lombardia e sul sito web della DG Istruzione, Formazione e Lavoro;

5. di disporre la pubblicazione della presente deliberazione ai sensi degli artt. 26 e 27 del D.Lgs. n. 33/2013, a cura della Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro.

IL SEGRETARIO

FABRIZIO DE VECCHI

Allegato A alla D.G.R. n. ……………… del …………

LINEE GUIDA PER L’AZIONE “FORMAZIONE INSEGNANTI GENERAZIONE WEB LOMBARDIA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2014/2015 E 2015/2016”

1. Premessa e obiettivi generali

L’iniziativa regionale, di cui alle presenti linee guida, si richiama alle finalità definite nell’accordo concernente la diffusione nelle scuole di ogni ordine e grado dei progetti e delle azioni di innovazione didattica, approvato in sede di Conferenza Stato-Regioni il 25 luglio del 2012.

Le attività sviluppate da Regione Lombardia sono state inizialmente programmate con la Dgr 3296/2012 ed attuate con gli avvisi pubblici approvati con DDUO n. 5314 del 15 giugno 2012 e DDS n. 7210 del 7 agosto 2012 e successivamente estese con la Dgr 1080/2013 e il relativo avviso pubblico approvato con DDS n. 104 del 13 gennaio 2014, nonché con l’azione “Formazione insegnanti Generazione Web Lombardia” di cui alla Dgr 558/2013, interessando complessivamente 689 istituzioni scolastiche secondarie di secondo ciclo statali, paritarie e istituzioni formative e oltre 2300 studenti.

Al fine di ottimizzare l’investimento realizzato e di estendere a tutte le scuole del sistema educativo lombardo un ampio e proficuo utilizzo educativo e didattico delle nuove tecnologie, Regione Lombardia mette a disposizione ulteriori risorse finanziarie per una adeguata, capillare ed armonica formazione dei docenti, così come indicato dagli obiettivi dell’Accordo Stato Regioni.

2. Obiettivo

L’obiettivo dell’intervento è sostenere interventi formativi per il personale docente al fine di diffondere e potenziare le competenze professionali per l’utilizzo ottimale, nelle diverse forme di didattica individualizzata, personalizzata e/o di gruppo, delle strumentazioni e tecnologie digitali.

I progetti formativi, in continuità con le azioni già svolte con l’iniziativa Generazione Web Lombardia, dovranno favorire i seguenti obiettivi specifici legati all’utilizzo delle nuove tecnologie:

1. Trasformazione dell’ambiente di apprendimento: progettazione, produzione e uso di E-book disciplinari multimediali, E-Portfolio, analisi informatica delle prove di valutazione;
2. Innovazione delle modalità di accertamento delle competenze personali e degli apprendimenti;
3. Innovazione nella gestione degli spazi e del tempo di insegnamento e apprendimento mediante l’applicazione dell’ITC (Information and Communication Technology);
4. Gestione dei gruppi e personalizzazione dei percorsi (anche per i Bes, dislessici e/o i disabili);
5. Innovazione della funzione docente con particolare riferimento all’utilizzo delle strumentazioni infotelematiche;
6. Formazione in e-learning dei docenti e documentazione dei materiali impiegati; 7. Agevolazione e semplificazione dei rapporti con le famiglie mediante comunicazione digitale, tutoraggio telematico dei docenti per i compiti domestici degli studenti, coinvolgimento della famiglia e del sociale nella didattica.

3. Risorse

Per la realizzazione degli interventi previsti dalla presente iniziativa, concorrono le risorse complessive pari a 700.000,00 Euro, che trovano copertura sui capitoli 8498/8499/8501 del bilancio regionale – esercizio finanziario 2014, salvo ulteriori risorse aggiuntive che potrebbero rendersi disponibili.

4. Soggetti ammissibili

I progetti formativi dovranno essere presentati e realizzati da reti di istituzioni scolastiche e formative, che presentino le seguenti caratteristiche:

a. la rete dovrà essere composta da un minimo di 10 istituzioni scolastiche e/o formative;
b. ogni rete dovrà essere istituita con un accordo formale di partenariato (ATS – Associazione Temporanea di Scopo) con l’individuazione di un soggetto capofila con compiti di organizzazione, direzione, progettazione dei moduli formativi e rendicontazione;
c. una istituzione scolastica o formativa potrà essere capofila solo di una rete e partecipare a più reti.

5. Struttura Percorsi Formazione

Ciascun progetto di rete deve prevedere attività formative a favore degli insegnanti delle scuole appartenenti alla stessa rete, nel rispetto dei seguenti parametri:

a. articolazione del progetto in moduli formativi compresi tra 8 e 16 ore di formazione;
b. data di completamento delle attività entro la conclusione dell’anno scolastico e formativo 2015/2016.

Per l’erogazione dei percorsi di formazione, il soggetto capofila della rete dovrà individuare soggetti di comprovata esperienza nel settore, scelti tra:

a. docenti delle istituzioni scolastiche e formative che partecipano alla rete;
b. esperti di ICT con esperienza nel settore della editoria elettronica o della didattica digitale;
c. università e centri di ricerca che hanno lavorato e prodotto ricerche sulle tematiche afferenti l’ICT;
d. associazioni professionali rappresentative dei docenti e/o dei dirigenti scolastici.

6. Ammissibilità dei progetti e finanziamento

Le proposte progettuali e le relative richieste di finanziamento dovranno essere presentate alla Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro.

Il contributo regionale riconoscibile per ciascuna proposta progettuale può essere fino al 100% delle spese ammissibili e fino ad un massimo di 20.000,00 Euro.

Le specifiche modalità di presentazione delle richieste di finanziamento, della erogazione dei contributi regionali e della rendicontazione delle spese sostenute, saranno definiti nell’avviso pubblico approvato con decreto dalla Direzione Generale Istruzione Formazione e Lavoro.La selezione dei progetti verrà effettuata da parte di apposito Nucleo di Valutazione, costituito con provvedimento del Direttore Generale della D.G. Istruzione, Formazione e Lavoro e avverrà sulla base dei seguenti criteri:

1. Strategia di intervento;
2. Qualità e innovazione delle attività formative proposte;
3. Condivisione delle esperienze all’interno della rete;
4. Sostenibilità economico-finanziaria;
5. Qualità delle attrezzature messe a disposizione per la realizzazione dell’intervento.

Tali criteri verranno ulteriormente dettagliati nell’avviso pubblico per la selezione delle candidature.