Rime (Vittoria Colonna)/Sonetto LXXXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto LXXXIII

../Sonetto LXXXII ../Sonetto LXXXIV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Poesie

Sonetto LXXXII Sonetto LXXXIV


SONETTO LXXXIII

Lasciar non posso i miei saldi pensieri,
   Ch’ un tempo mi nudrir, felice amando;
   Or mi consuman, misera cercando
   Pur quel mio Sol per strani alti sentieri.
Ma tra falsi pensieri, e pianti veri,
   La cagion immortal vuol che obliando
   Ogn’ altra cura, io viva al fin sperando
   Un giorno chiaro dopo tanti neri.
Onde l’ alto dolor, le basse rime
   Muove, e quella ragion la colpa toglie,
   Che fa viva la fede, e ’l duolo eterno.
Infin all’ ultim’ ora quelle voglie
   Saran sole nel cor, che furon prime,
   Sfogando il foco onesto, e ’l duol interno.