Rime (Vittoria Colonna)/Sonetto V

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto V

../Sonetto IV ../Sonetto VI IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Poesie

Sonetto IV Sonetto VI


SONETTO V

Alle vittorie tue, mio lume eterno,
   Non diede il tempo, o la stagion favore,
   La spada, la virtù, l’ invitto core
   Fur li ministri tuoi la state e ’l verno.
Prudente antiveder, divin governo
   Vinser le forze avverse in sì brev’ ore,
   Che ’l modo all’ alte imprese accrebbe onore,
   Non men che l’ opre al grande animo interno.
Viva gente, reali animi altieri,
   Larghi fiumi, alti monti, alme Cittadi,
   Dall’ ardir tuo fur debellate e vinte.
Salisti al mondo i più pregiati gradi;
   Or godi in Ciel d’ altri trionfi veri,
   D’ altre frondi le tempie ornate o cinte.