Rime (Vittoria Colonna)/Sonetto XLIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto XLIII

../Sonetto XLII ../Sonetto XLIV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Poesie

Sonetto XLII Sonetto XLIV


SONETTO XLIII

Parmi, che ’l Sol non porga il lume usato,
   Nè che lo dia sì chiaro a sua sorella,
   Nè veggio almo pianeta, o vaga stella
   Rotar lieto i be’ rai nel cerchio ornato.
Non veggio cor più di valore armato:
   Fuggito è il vero onor, la gloria bella,
   Nascosa è la virtù giunta con ella,
   Nè vive in arbor fronda, o fiore in prato:
Veggio torbide l’ acque, e l’ aer nero,
   Non scalda il fuoco, nè rinfresca il vento,
   Tutti an smarrito la lor propria cura.
D’ allor che ’l mio bel Sol fu in terra spento:
   O che confuso è l’ ordin di Natura,
   O il duol agli occhi miei nasconde il vero.