Rime (Vittoria Colonna)/Sonetto XLVI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto XLVI

../Sonetto XLV ../Sonetto XLVII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Poesie

Sonetto XLV Sonetto XLVII


SONETTO XLVI

Quanto è tolto al desio rende un pensiero
   Di dolce frutto a tanta mia fatica,
   L’ un mi consuma il cor, l’ altro il nodrica;
   Questo fa il viver grave, e quel leggiero.
Scorge falso il pensier, quanto per vero
   Dimostrò il mondo, ond’ or la pena antica
   Con nuovo freno allenta, e fammi amica
   Del ben, ch’ ei gode; io per suoi pregi spero.
L’ altro con sproni ardenti s’ appresenta
   Vago dell’ alme luci, e del gioire,
   Che nodria l’ alma, mentre ei visse in terra.
Quel fa la gloria viva, e questo spenta,
   L’ un guarda alla cagion, l’ altro al martire,
   Ma al fin l’ alto pensier vince la guerra.