Sacri superbi avventurosi e cari

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Benedetto Varchi

S Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Sacri superbi avventurosi e cari Intestazione 2 settembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Benedetto Varchi


[p. 407 modifica]

III1


Sacri superbi avventurosi e cari
     Marmi, che il più bel Tosco in voi chiudete
     E le sacre ossa e ’l cener santo avete,
     Chi non fu dopo lor, ch’io sappia, pari:
5Poichè m’è tolto preziosi e chiari
     Arabi odor, di che voi degni siete
     Quanto altri mai, con man pietose e liete
     Versarvi intorno, e cingervi d’altari:
Deh non schivate almen, ch’umile e pio
     10A voi quanto più so, divoto inchini
     Il cuor, che come può, v’onora e cole.
Così spargendo al Ciel gigli e viole,
     Pregò Damone, e i bei colli vicini
     Suonar; povero è ’l don, ricco il desìo.

Note

  1. Al Sepolcro di Francesco Petrarca.