Salmi (Diodati 1821)/capitolo 148

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../ capitolo_147

../capitolo_149 IncludiIntestazione 29 giugno 2012 75% Da definire

capitolo 147 capitolo 149

[p. 524 modifica]

SALMO 148.

L’intero creato lodi Iddio,

1 ALLELUIA. Lodate il Signore dal cielo; lodatelo ne’ luoghi altissimi.

2 Lodatelo voi, suoi Angeli tutti. Lodatelo voi, suoi eserciti.

3 Lodatelo, sole e luna; lodatelo voi, stelle lucenti tutte.

4 Lodatelo voi, cieli de’ cieli; e voi, acque che siete di sopra al cielo.

Tutte queste cose lodino il nome del Signore; perciocchè al suo comandamento furono create1.

6 Ed egli le ha stabilite per sempre ed in perpetuo; egli ne ha fatto uno statuto, il qual non trapasserà giammai.

7 Lodate il Signore della terra, balene, ed abissi tutti;

8 Fuoco, e gragnuola; neve, e vapore, e vento tempestoso ch’eseguisce la sua parola;

9 Monti, e colli tutti; alberi fruttiferi, e cedri tutti;

10 Fiere, e bestie domestiche tutte; rettili, ed uccelli alati;

11 Re della terra, e popoli tutti; principi, e rettori della terra tutti;

12 Giovani, ed anche vergini; vecchi, e fanciulli;

13 Lodino il Nome del Signore; perciocchè il Nome di lui solo è innalzato; la sua maestà è sopra la terra, e sopra il cielo.

14 Ed ha alzato un corno al suo popolo, il che è materia di lode a tutti i suoi santi: A’ figliuoli d’Israele, suo popolo prossimo. Alleluia.

Note

  1. Gen. 1. 1, 6, 7. Sal. 33. 6, 9.