Saul/Atto quarto/Scena V

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto quarto

SCENA V

../Scena IV ../Scena VI IncludiIntestazione 2 dicembre 2016 100% Teatro

Atto quarto - Scena IV Atto quarto - Scena VI
[p. 72 modifica]
 

SAUL, GIONATA.



GIONATA

Ahi sconsigliato re! che fai? t’arresta....

SAUL

Taci; tel dico ancor. — Tu se’ guerriero? —
Tu di me figlio? d’Israél tu prode? —
Va; torna in Nob; là, di costui riempi
5 Il vuoto seggio: infra i levitichi ozj
Degno di viver tu, non fra’ tumulti
Di guerra; e non fra regie cure....

GIONATA

Ho spento

[p. 73 modifica]

Anch’io non pochi de’ nimici in Campo,
Al fianco tuo: ma quel che or spandi, è sangue
10 Sacerdotal, non Filisteo. Tu resti
Solo a tal empia pugna.

SAUL

E solo io basto
A ogni pugna, qual sia. Tu, vile, tardo
Sii pur domani a battagliare: io solo
Saúl sarò. Che Gionata? che David?
15 Duce è Saúl.

GIONATA

Combatterotti appresso.
Deh! morto io possa su gli occhi caderti,
Pria di veder ciò che sovrasta al tuo
Sangue infelice!

SAUL

E che sovrasta? morte?
Morte in battaglia, ella è di re la morte.