Scelte opere di Ugo Foscolo/Dedicatoria

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Caleffi

Dedicatoria ../ ../Agli studiosi dell'italiana letteratura IncludiIntestazione 1 luglio 2014 100% Da definire

Scelte opere di Ugo Foscolo Agli studiosi dell'italiana letteratura
[p. v modifica]

ALLE ILLUSTRI ED ONORANDE SIGNORE

ELENA ED EMILIA

WREY


GIUSEPPE CALEFFI



Nel pubblicare colle stampe, questa nuova raccolta di Prose e Poesie del ch. Ugo Foscolo già conosciuto e meritamente riverito ed ammirato anche da’ più cospicui uomini e da’ più celebri poeti dell’Inghilterra quali i Brougham, i Mackintosh, Lord John Russel, Byron, Rogers, Moor ed altri, per non dire dell’egregia dama Lady Dacre che gli fu in ogni occasione prodiga di attenzioni, io provo la dolce soddisfazione di veder compiuto un mio [p. vi modifica]voto; quello cioè di fregiarla del rispettabile loro nome, e di consacrargliela siccome spontaneo tributo diretto ad onorare le brillanti qualità del loro spirito, e quelle più commendabili ancora, che il decoro della virtù riguardando, concorrono a spargere del più dolce piacere la vita loro sociale. Del merito del mio lavoro (se n’ha pur uno) e del pregio in particolare dell’Opera, Esse potranno illustri Signore di leggieri giudicarne, da che (e sia ciò detto per puro amore del vero, e senza mira di far violenza a quella soave modestia che le distingue) ad una fondata cognizione della colta nostra favella accoppiano e molta squisitezza di criterio e molta delicatezza di gusto. E di queste loro doti io ebbi sopra gli altri occasione di convincermi, e di compiacermi, e di congratularmene seco allora che meco venivano ricercando e cogliendo i più bei fiori e i più [p. vii modifica]bei frutti ne'campi della ricca e gloriosa nostra letteratura. Ad ogni modo quanto a me ho fiducia che vedranno, se non foss'altro, essermi io specialmente studiato d'eleggere tra le letterarie produzioni del valente autore le più atte a percuotere l’intelletto e ad interessare il cuore: e se il loro voto approverà la mia scelta io mi terrò per esso debitamente ricompensato.

Le supplico intanto illustri Signore d’accogliere di lieta fronte questo pubblico attestato della mia osservanza verso di loro, e di continuarmi colla bontà, onde mi sono cortesi, la vantaggiosa opinione della quale mi hanno fin qui onorato.