Sentite buona gente

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
canti

cantastoria Sentite buona gente Intestazione 11 settembre 2008 75% canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

 
Sentite, buona gente,
un fatto di dolore
d'un povero prigioniero
che mi commuove il cuore.

Trovandosi ammalato
e non riconosciuto,
ed il tenente ingrato
invece l'ha battuto.

E mentre lo batteva
correva in camerata:
«Non mi vedrai mai più,
o madre desolata».

Vigliacco d'un tenente,
non vuole dire il vero,
tenta di far morire
il povero prigioniero.

Vigliacco d'un tenente,
ha il cuore di un leone,
meriteresti il fronte
o la fucilazione.