Signor, tutto dell'Asia il Popol empio

Da Wikisource.
Giambattista Felice Zappi

S Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 10 novembre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. 15 modifica]

XXXI.1


Signor, tutto dell’Asia il Popol empio
     Uscì fuor d’Asia; armò mille guerriere
     Navi, e mille falangi, e feo temere
     La terra e i mari al non più visto esempio,
5Ma bastò tuo gran zelo a farne scempio:
     Fuggon le navi là, cadon le schiere:
     E già le spoglie e l’aste e le bandiere
     Miri al tuo piede, e ne fai dono al Tempio.
Per te l’Austria destossi, e il ferro strinse;
     10Per te s’unìo l’Europa, e armata in guerra
     Sciolse Corcira, e Temisvarro avvinse.
E finche durerà l’alta contesa,
     Vincasi nave in mare, o rocca in terra,
     D’altri sia la vittoria, e tua l’impresa.

Note

  1. Alla Santità di NV. S. Papa Clemente XI. per la Lega, e vittoria contro il Turco l’anno 17 16.