Studj liguri/Il dialetto nei primi secoli/Testi/2

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
N. 2. — Proposizioni fatte dal Comune di Genova al re d’Ungheria, per un’alleanza contro i Veneziani.

../1 ../3 IncludiIntestazione 24 dicembre 2014 75% Da definire

N. 2. — Proposizioni fatte dal Comune di Genova al re d’Ungheria, per un’alleanza contro i Veneziani.
Il dialetto nei primi secoli - 1 Il dialetto nei primi secoli - 3

[p. 23 modifica]N. 2. — Proposizioni fatte dal Comune di Genova al re d’Ungheria, per un’alleanza contro i Veneziani.

3 luglio MCCCLII.

[Dall’originale, nell’Archivio di Stato genovese; Materie politiche, Mazzo VIII.]

Sumus contenti de far liga cum lo segnor Rey, ala1 offension de lo Veneciam, secondo l’orden parlao cum maistro Freyrigo, in questo modo:

Primera menti che noi se troueremo a nostro poey inter lo gorfo, lo pu tosto che noy porremo, a ogni offenssion de le terre, le quae tennen li Venecian, seando lo dito segnor Rey per terra, cum le soe gente, per uia ordenaa, quando l’ordem sera dayto inter noy e lo dito Segnor Rey, abiando in le terre de lo dito Rey, chi sum a la marinna, aparegiao refrescamento per le nostre garee, azo che per defecto de victualia le nostre galee no perdesem lo tempo, o che la via e la speysa, chi sera monto grande, no fosse stayta inderno. [p. 24 modifica]Item che per lo Segnor Rey secreta menti sea dayto in tractao a lo nostro sindico presente lo modo e la condicion de quele terre, chi seam pu afabel a deueir conquistar, e unde lo galee poessem meio auer reducto e refrescamento, per pu segurtae de le dicte galee; e ancor quae sum quele terre, donde elo a pu amixi, eciamde quar sum quelle le quae pu lengeramenti se porream inuagir. E questo digamo per pusor raxon. La primera si e che quando de vegnua se inuagisse un logo, li altri se inuagissem poa pu lengeramenti. L’atra raxon si e, che possando tosto inuagir un logo e speciarmenti cum galee, se eli s’apayran de proueir, monto e poa grande afano in star in proa cum galee, como manifesta menti se sa, sea per li temporai, sea per le grande speyse che menna galee, e per altre raxon asay, chi se porrean dir. Per che à meste che queste cose se fazan cum grandissimo ordem e secreto, e che la caualaria fose asi tosto alo opoxito, como le galee se demostrasem, o forsa auauti se mostrase la caualaria, mostrando de dar atento a un logo, per ferir sagazamenti a un altro.

Semo contenti che ogni terra che tenen li Venecian sea de lo Rey, romagnando noy franchi e liberi in lo so tegney. La roba e li prexon conquista per le galee, sea de le galee. La roba conquista cum l’oste de terra e cum le galee inseme, sea per meitae.

Se per auentura fazando questa ligha elo requerise tempo, questo lasemo a uoy. Semo contenti alo pu longo per agni doi, e per questo tempo semo contenti de no far paxe, fim a doi agnj, senza soa voluntae; e questo poi prometer seguramenti, e da li auanti no, et versa vice.

Semeieyuer menti abia per inimixi li Catalan et sequaces ipsorum.

Item ne sea in memoria de aregordar a lo segnor Rey, de defender che li mercanti toeschi no zeyssen a Venexia. In questo inprincipio ne serea grandissimo fauor.

  1. alo.