Su' lacci, e reti, Elpino, al colle, al piano

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giulio Bussi

S Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Su' lacci, e reti, Elpino, al colle, al piano Intestazione 12 settembre 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Giulio Bussi

[p. 82 modifica]

XIII


Su’ lacci, e reti, Elpino, al colle, al piano;
     Sen riede autunno a dar le fere ai campi;

[p. 83 modifica]

     Del men fervido Sole a i dolci lampi
     Torna ogn’augello a noi da Ciel lontano.
5La vana lodoletta, e il tordo insano
     Corron delusi ai preparati inciampi,
     E sembra già, che di bell’ira avvampi
     L’astuto veltro, ed il veloce alano.
Si desti a pronta fuga il lepre vile:
     10Il rabbioso cignale a fier cimento:
     Cerchiam le caute volpi entro il covile.
Chi vuol goder, s’armi a i lor danni intento,
     Che pur troppo è del Mondo usato stile
     Trar dall’altrui periglio il suo contento.