Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/É questo 'l nido in che la mia fenice

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
É questo 'l nido in che la mia fenice

../Sento l'aura mia anticha, e i dolci colli ../Mai non vedranno le mie luci asciutte IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Sento l'aura mia anticha, e i dolci colli Mai non vedranno le mie luci asciutte

 
É questo ’l nido in che la mia fenice
mise l’aurate et le purpuree penne,
che sotto le sue ali il mio cor tenne,
et parole et sospiri ancho ne elice?

5O del dolce mio mal prima radice,
ov’è il bel viso, onde quel lume venne
che vivo et lieto, ardendo mi mantenne?
Sol’ eri in terra; or se’ nel ciel felice.

Et m’ài lasciato qui misero et solo,
10talché pien di duol sempre al loco torno
che per te consecrato honora et còlo;

veggendo a’ colli oscura notte intorno
onde prendesti al ciel l’ultimo volo,
et dove li occhi tuoi solean far giorno.