Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/In nobil sangue vita humile et queta

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
In nobil sangue vita humile et queta

../Anzi tre dí creata era alma in parte ../Tutto 'l dí piango; et poi la notte, quando IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Anzi tre dí creata era alma in parte Tutto 'l dí piango; et poi la notte, quando

 
In nobil sangue vita humile et queta
et in alto intellecto un puro core,
frutto senile in sul giovenil fiore
e ’n aspetto pensoso anima lieta

5raccolto à ’n questa donna il suo pianeta,
anzi ’l re de le stelle; e ’l vero honore,
le degne lode, e ’l gran pregio, e ’l valore,
ch’è da stanchar ogni divin poeta.

Amor s’è in lei con Honestate aggiunto,
10con beltà naturale habito adorno,
et un atto che parla con silentio,

et non so che nelli occhi, che ’n un punto
pò far chiara la notte, oscuro il giorno,
e l’ mèl amaro, et addolcir l’assentio.