Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Né mai pietosa madre al caro figlio

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Né mai pietosa madre al caro figlio

../Sí breve è 'l tempo e 'l penser sí veloce ../Se quell'aura soave de' sospiri IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Sí breve è 'l tempo e 'l penser sí veloce Se quell'aura soave de' sospiri

 
Né mai pietosa madre al caro figlio
né donna accesa al suo sposo dilecto
die’ con tanti sospir’, con tal sospetto
in dubbio stato sí fedel consiglio,

5come a me quella che ’l mio grave exiglio
mirando dal suo eterno alto ricetto,
spesso a me torna co l’usato affecto,
et di doppia pietate ornata il ciglio:

or di madre, or d’amante; or teme, or arde
10d’onesto foco; et nel parlar mi mostra
quel che ’n questo vïaggio fugga o segua,

contando i casi de la vita nostra,
pregando ch’a levar l’alma non tarde:
et sol quant’ella parla, ò pace o tregua.