Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Non pur quell'una bella ignuda mano

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Non pur quell'una bella ignuda mano

../O bella man, che mi destringi 'l core ../Mia ventura et Amor m'avean sí adorno IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

O bella man, che mi destringi 'l core Mia ventura et Amor m'avean sí adorno

 
Non pur quell’una bella ignuda mano,
che con grave mio danno si riveste,
ma l’altra et le duo braccia accorte et preste
son a stringere il cor timido et piano.

5Lacci Amor mille, et nesun tende invano,
fra quelle vaghe nove forme honeste
ch’adornan sí l’alto habito celeste,
ch’agiunger nol pò stil né ’ngegno humano:

li occhi sereni et le stellanti ciglia,
10la bella bocca angelica, di perle
piena et di rose et di dolci parole,

che fanno altrui tremar di meraviglia,
et la fronte, et le chiome, ch’a vederle
di state, a mezzo dí, vincono il sole.