Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Perché quel che mi trasse ad amar prima

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Perché quel che mi trasse ad amar prima

../La guancia che fu già piangendo stancha ../L'arbor gentil che forte amai molt'anni IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

La guancia che fu già piangendo stancha L'arbor gentil che forte amai molt'anni

 
Perché quel che mi trasse ad amar prima,
altrui colpa mi toglia,
del mio fermo voler già non mi svoglia.

Tra le chiome de l’òr nascose il laccio,
5al qual mi strinse, Amore;
et da’ begli occhi mosse il freddo ghiaccio,
che mi passò nel core,
con la vertú d’un súbito splendore,
che d’ogni altra sua voglia
10sol rimembrando anchor l’anima spoglia.

Tolta m’è poi di que’ biondi capelli,
lasso, la dolce vista;
e ’l volger de’ duo lumi honesti et belli
col suo fuggir m’atrista;
15ma perché ben morendo honor s’acquista,
per morte né per doglia
non vo’ che da tal nodo Amor mi scioglia.