Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Quando mi vène inanzi il tempo e 'l loco

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Quando mi vène inanzi il tempo e 'l loco

../Fera stella (se 'l cielo à forza in noi ../Per mezz'i boschi inhospiti et selvaggi IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

Fera stella (se 'l cielo à forza in noi Per mezz'i boschi inhospiti et selvaggi

 
Quando mi vène inanzi il tempo e ’l loco
ov’i’ perdei me stesso, e ’l caro nodo
ond’Amor di sua man m’avinse in modo
che l’amar mi fe’ dolce, e ’l pianger gioco,

5solfo et ésca son tutto, e ’l cor un foco
da quei soavi spirti, i quai sempre odo,
acceso dentro sí, ch’ardendo godo,
et di ciò vivo, et d’altro mi cal poco.

Quel sol, che solo agli occhi mei resplende,
10co i vaghi raggi anchor indi mi scalda
a vespro tal qual era oggi per tempo;

et cosí di lontan m’alluma e ’ncende,
che la memoria ad ognor fresca et salda
pur quel nodo mi mostra e ’l loco e ’l tempo.