Descrizione della patria del Friuli/Descriptione de la patria de Friuli/Luogi posti al septemtrione

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../Logi posti al ponente

IncludiIntestazione 9 agosto 2015 100% Da definire

Descriptione de la patria de Friuli - Logi posti al ponente
[p. 22 modifica]

Luogi posti al septemtrione.


Trigesimo castello anzi bona e grossa villa e lutana da Udene circha miglia 7 bone. Questa ha uno Capitanio che gli fa ragione de ogni summa e offitio che se aficta a la camera de Udene a chi piu gli mette. Da Trigesimo ad artegna olim castello et hor bona et grossa villa sono miglia altre tante. Da [p. 23 modifica]artegnia a gemona sono miglia tre dicta gemona 1 bona et richa Terra pol circumdare circha un picol miglio forte per dopia muraglia et etiam pel sito perche e posta al monte e bona perche e passo che viene de Alemagna et ha fontego de mercantie cum questa bella jurisditione che tutte le mercantie che vano et vengono da venetia et maritimi porti in allemagna per quella via de necessita convien per una nocte albergare ivi che cossi vogliono li privilegij loro per far bona la Terra Governasse per comun nel quale ha de intrada cercha duc. 500 in 600. Elezeno uno Capetanio con li lhoro astanti che fa raxone de ogni summa in civile et criminale el quale per nome de la Illustrissima Signoria el Magnifico locotenente conferma pagando tamen ala camera de Udene duc. 60 al anno. Dicta Terra ha una bella chiesia de san Crisptophoro richa e bona pieve et ha etiam due belle fonte una dele quale ditta Glemimina a la sua bella Terra il nome ha dato.

Da Gemona a Venzon bella bona et richa Terrezuola sita a costo il monte ma ben nel piano et quasi sula riva del Taiamento cum dopia muraglia che cenze altresì quasi come Gemona sono miglia tre bone dicta Terra de Venzon 2 ha de soi Dacij de intrada al anno cercha duc. 400 et ha fontego et [p. 24 modifica]governasse per comun come Gemona ma non ha Capetanio et tutte le mercantie che vano et vengono de ivi de necessita li convien stare per una nocte et questo per far bona la Terra ut supra.

Poi che per strecte montagne el fiume ditto la fella qual nasce in campo rosso villa et territorio del Vescovo de bomberch e alquanto discorso circha miglia due bone lutano da Venzom se conzonze col Taiamento dove fano de dui assai rapaci fiumi uno rapacissimo et perde il proprio nome. Quivi le montagne sono tripartite et posto che inseptentrione nasca il taiamento Tamen el pare chel vengi de ponente et la fella dove veramente nasce de Tramontana la qual fella ben chel sia assai bon fiume pur la mazor parte del tempo quivi se guaza et e la via che va a Tolmezo bona et richa Terrezuola sita quasi su la riva del Taiamento in un bel piano circumdato da alpestre montagne et e passo per lo qual se va ale angustie del monte croce et de cadovrio passi che vano in alemagna quodamodo in accessibili cum sit che per quelli etiam cum difficulta non pono andar se non Cavalli et Carro nissuno. Et dicta Terra de Tolmezo lutana da Venzom cercha miglia 7 et e comunitate quale ha de intrata de suoi datij da cercha duc. 300. Governasse per comun il quale fra laltre sue belle jurisditione ha il juditio de tutta la Carnia divisa da quatro canali e in numero piu de ville cento.

Sicome e ditto de sopra cercha do miglia lutam da Venzom le montagne sono tripartite videlicet chel pare che per ponente vengi el Taiamento et per septentrione la fella li qual quivi conzonti discoreno per ostro et fanno quel triangulo.

Drieto al Taiamento come e dicto se va a Tolmezo drieto [p. 25 modifica]ala fella se va per spatio de miglia XII bone al passo de la chiusa che va et viene de le Terre germaniche passo veramente bello et forte cumciosiache ivi le montagne ratissime che vano quasi fino al cielo non sono piu large che per lo trazer de un bon brazo. El castel de la chiusa qual per alcun modo non se pol offender e a tacato nel monte da man sinistra a chi va ne le parte septentrionale. Dala dextra veramente acato el rato monte discorre ditto fiume fella: chi va per quella via convien passare per dui rastelli et dui ponti levatori fabricati tra el monte e il fiume in dicto castelo de la chiusa per sua custodia la nostra Illustrissima Signoria manda un castellano zentilhomo el quale ha apresso lui page XX et ha de salario de netto ducati 5 al mexe el caposoldo deogni altra paga che ha per una d. XI al mexe. Tien caneva et pagasse a la Camera de Udene.

Da dicta chiusa a la villa de Ponteba sono miglia 6 dieta ponteba e divisa in temporale e spirituale dal fiume ponteba che gli passa per mezzo cum sit che in temporale et spirituale dal fiume in la e del Vescovo de bombergh Dal fiume, in qua el temporale e spirituale e sotto posto ale jurisditione de la badia de mozo Badia 3 al presente del Rev.mo prothonotario Domino di Prioli et vale de intrada cercini ducati mille situata et posta in su uno aprico colle apunto a [p. 26 modifica]meza via da Venzon ala chiusa et e territorio de la Illustrissima Signoria nostra.

Da Udene a Cividale de austria sono miglia octo bone sempre per campagna piana. E dicto Cividale e una bona richa assai bella ben fabricata et populata Terrezuola posta a canto il monte ma ben nel piano cinta de dopia muraglia che puol volzer cercha uno miglio e mezo o poco piu. Vagli per mezo un fiumieello che si adimanda el natisone qual sorgie cercha XII miglia lutam da Udene sul quale fiume e un bel ponte de preda facto su doi volti e due Torre videlicet una per ogni capo. Dicta Terra e comunita che ha de intrada de soi dacij cercha ducati Governasse fra lhoro per comun hanno el civile et criminale in se et molte altre belle jurisditione fra le altre cosse belle che sono in quella Terra egli un bel pallazo patriarchale et fanno al presente una bella chiesia 4 in la quale e un belissimo Capitulo de Canonici prebende N.° 52. che ponno valer al anno con le residentie circha ducati 50 in 60 luno. Dimostra esser antica Terra per alcuni epigrammi antiqui che vi sono et maxime in uno campo sacrato de hebrei 5 dove e una infinita de antichi saxi scripti de letre musaiche. [p. 27 modifica]Da Cividale alquanto drieto ala riva del dicto natisone qual sorgie in le jurisdictione del capitaneato de Trigesimo in uno monte sotto bergognia villa de faedis castello de quelli de zucho se va per una piana et non molto angusta valle per spatio de miglia XX bone a una villa dicta chiavoredo villa fabricata tutta de tavole habitata da cercha XX fogi tutti de zente schiava la villa pel sito e bella ma per esser tanto sotto tramontana non ge nasse vino et successive a quelli paesani e vedato el beverne. Tamen la natura li ha provisto chel ge sorze fino in alcune case freschissime fontane de acqua dolze come lacte et limpide come cristallo. Quivi li passi non sono molto largi et cum difficulta a chi havesse obstaculo lintarebbe. Tamen del 1477 li Turchi 6 non per la via maistra su la quale erano stati ruinati li ponti ma per invie et alpestre montagnie per non haver contradictione passarono et andarono im amplez 7 et Tandem dove i volsero per la alemagnia si come a tutti e notto e divulgato dicta villa e jurisdictione de li consorti de valvaxone e de Tor.

Da chiavoredo per la stretta valle et canallo dicto de amplez dove discore el fiume lizonzo per spatio de miglia XV bone via parte montuosa e parte piana tuta pero saxosa se va al luogo et villa de amplez lungo come el dicto chiavoredo tutto fabricato de tavole fertile de grani de vini niente et e jurisditione dela abatia de rosazo. [p. 28 modifica]Da dicto loco de amplez per spatio de miglia 5 bone se va per vie non molto difficile ben montuose al passo dela porta passo veramente angusto et stretto cumciosia che ditto passo non e piu largo che sia landar de un caro per che dal lato dextro per altissime e precipitose rive de saxosi monti discorre el fiume niza da laltro e il monte altissimo et egli facto una certa bastieta de legname con un certo stechato et reparro che se spica dal dicto passo et va fino ala sumita del monte per questo passo seva ala Trevisa a Vilacho et infine per quelle Terre dela lemagnia et secondo el judicio mio essendo custodito ditto passo e inaccssibile. Tamen per questo incustodito del 1477 passorono 8 si per lo monte qual etiam per lo passo cercha cavalli in 7 milia de Turchi li quali senza contraditione alcuna andorono dove i volsero facendo per lo frioli et per la alemagnia de grandissime occisione incendij et prede.

Per minor spatio che de miglio mezo lutano dal dicto chiavoredo per saxose rive de alte et strete montagnie discorre el ditto fiume lisonzo sul quale de un volto solo e fatto un ponte per lo quale lassando a man sinistra la ditta valle de amplez per spacio de miglia X bone per via piana ben saxosa se va al castello et luogo de Tolmin 9 tutto habitato da [p. 29 modifica]zente schiave e dicto loco et castello e inexpugnabile perche e fabricato in sul cimo de un monte ratissimo de alteza credo de un bon miglio. Qual monte spicato da ogni altro: ha laudito intorno intorno che puol circundare miglia due in tre vel circha et domina un bellissimo et fertile piano posto nele angustie de quelle montagne e una bona bichocheta perche non puol far male ad altri ne patisse che artilarie fanti o cavalli (ma ben assedio) ne faci a lei. In questa bicocha la comunita de Cividale la qual pretende che tal jurisdiction sia sua manda uno de li suoi Citadini per castellano al quale con conditione che tengi sette page apresso lui da al anno ducati cento.

De verso tramontana per ditto piano discorre un fiume ditto Tolmino fiume assai rapace el quale poi che per saxoso canale circha due miglia lutan de quivi cum strepente unda e alquanto vagato cascando nel lisonzo perde il nome suo; su questo fiume et al piano poco lutam dal ditto monte e castello e una certa bastieta de muro con fossi e ponti levatori che volze manco de mezo miglio ale circumvicine ville per corarie redutto assai seguro ne la qual bastieta e luogo sono alcune bone stancie de quelli che hanno la jurisdictione de quel logo che sonno quelli de formentinis 10 Citadini et nobeli da cividale. [p. 30 modifica] Nel ditto piano et valle de Tolmin posto come e ditto ale confine de Todeschi ne le visere de alpestre montagnie per un passo tanto o dui al piu che vengono del cragno Goritia et de le Terre del Imperatore et ongaro par che se gli entri. Gli qual passi sono in dui diversi lochi lutani luno dalaltro forsi un miglio o piu et per spatio de miglia due bone lutani dal ditto Tulmin sopra de uno fiume nominato lidra el quale per mille anfracti de saxose rive viene de alemagna et quivi per poco et picolo discorso cade nel lisonzo. El primo de ditti passi e un luogo ditto el molin dove cum effecto e uno molino e passassi a pie et a cavallo laltro sie un ponte de legname che e facto sul ditto fiume de lidra circha una archata lutana dove el cade in lisonzo et se la fusse cossì dicta Val de Tolmin seria un securo et fortissimo luoco ma el sono alcuni che vogliono che per molte altre vie se gli possano intrare arumentado ciò esser cum experientia consit che li predicti Turchi 11 che del 1477 passarono da chiavoredo per la porta de amplez furono etiam in questa valle de Tolmin et non li intro per li preditti passi del molin ne del ponte ma venero per altri sì come a tutti quelli paesani et etiam ad altri e noto e manifesto.

Havendo per levante ponente Tramontana et ostro homai descripta quasi tutta la patria resta solamente a dire alcuni [p. 31 modifica]Castelli et porti che sono in ditta patria pretermessi nel presente Tractato per non esser venuto al proposito. Gli quali acio che anche essi se intendano che sono nela patria ho deliberato in sumario racontarli incominciando de qua dal Tagliamento ne la diocese aquilegiense et drieto al monte. Et primo Aptimis zuco Tracento pramper soff et san daniele ragogna coloredo pers mels Moruzo braza fontana bona Villalta fagagna cavoriago et archiam. Al piano veramente sono li infrascripti Varmo latisana belgrado e castel de porpet strasoldo et cuchagna prestitagno sofimberg et savorgnam pur a la costa del monte. Nela diocese concordiense veramente sono li infrascripti et primo al monte pinzano Castel novo Toppo Medun fana maniago avian polcenigo et caneva. Al piano in vero sono li infrascripti porcia zopola cusan sbrogliavacha pordolom fratina salvarolo et meduna. Tutti li sopra nominati castelli excepto san Daniele che e del Rev.mo patriarcha fagagna che e comunità castel novo e bel Grado che sono del contato de Goritia sono de Castellani zentilhomeni de questa patria che hano le jurisdictione de essi in civile et criminale et hanno el nome de le lhor casade dal nome de li lor castelli.

Porti de mare non nominati sono et primo noiara carlino mozana palazuolo. Tutti li prenominati porti sono circha miglia XX lutani da Utine.

Non volendo preter meter alcuna cossa non ditta de ditta patria e necessario intender qualiter essa e per jurisditione tripartita videlicet im prelati comunitate e castellani. Gli quali una volta al anno et piu secundo le occurentie se adunano et fanno in Utine interveniente la auctorita et presentia del Magnifico logotenente uno generale consiglio et parlamento nel [p. 32 modifica]quale se tractano diverse cosse precipue quelle che souo a honore et gloria de linclito stato venetiano et de le Terre et logi loro publico bene et utile. In questo gli prelati per conservation de le jurisditione et ben loro mandano gli infrascripti et primo per una voce tanto per nome del Reverend.mo Patriarcha el Rev.mo Episcopo de Concordia o altri per lhoro El Rev.do capitulo de Aquilegia, Abatia de Rosazo Abatia de mozo Abatia de sexto Abatia de bellum 12 Abatia de sumaga Rev.do capitolo de Cividale Rev.do capitulo de Udine prepositura de san stephano de aquilegia de san felice de aquilegia prepositura de cargna le monege de aquilegia et le monege de Cividale.

Per le comunitade veramente al dicto parlamento generale viene et mandano le infrascripte videlicet Aquilegia Cividale Udine Gemona Venzon Tolmezo Sacille Portogruar Maram Monfalcon San Vido san Daniele fagagna Aviam Mopsa et Meduna.

Ultimamente gli Castellani vene et mandano prima la Camera fiscale de Udene porcia et brugnara una voce [p. 33 modifica]Polcenigo e fana una voce cuchagna zucho et pretestagno due voce spilimbergo una voce Castel de porpet e Tarcento una voce Valvason una Strasoldo una Coloret e melso una voce Archiam una pinzam osoff aries una Villalta una Cavoriago una Brazan et Cergno due fratina una sbrogiavacha una salvarolo una Turri una Maniago una monte real una zopola una prodelon una panigai una pramper una perz una Aptimis una fontanabona una zeia una Toppo una Varmo de sotto e Varmo de sopra due Savorgnam una Madrise una san Daniele una fagagna et Aviam una.

Perche le in albitrio de qualunque che havesse intese et lecte le soprascripte cosse de adimandare di mi che ha de intrata la nostra Illustrissima Signoria de dicta patria per tanto aciò che se gli possa risponder mi par conveniente de particularmente descriverlo et racontarlo ut infra.

Primo la nostra Illustrissima Signoria sole comunemente incantando affictar al anno

La Gastaldia et muda de Tolmezo....................... duc. 1955
La muda de la chiusa de Venzon........................ » 2739
Capitaneato de Gemona al anno......................... » 60
Capitaneato de Trigessimo al anno..................... » 122
Gastaldia de fagagnia......................................... » 69
Capitaniato de Soffombergo............................... » 183
Gastaldia de Caneva se aficta per quel podesta... » 32
Gastaldia de Cividale al anno.............................. » 912
Gastaldia de Mopsa al anno................................ » 34
Muda de Monfalcon........................................... » 448
Gastaldia de Sedian............................................ » 31 -
[p. 34 modifica]
Caneva de Udene.......................................................... » 1871
Mudana de la chiusa de Venzon de piccoli 6 per caval .. » 90
Livelli de la camera fiscal de Udine............................... » 250

Le quali soprascrite intrade et danari credo che la prelibata Illustrissima Signoria nostra tutti dispensa nel salario del Magnifico loco Tenente et la sua corte nel magnifico Thesaurario nel magnifico miniscalco et cavalari nel magnifico podesta de Maram ne li magnifici potestate et castelan de Monfalcon nel magnifico proveditor castelam de la chiusa de Gradischa et nel castelam de la chiusa et altre graveze che ha questa povera Camera.


Note

  1. Dicta gemona. Intorno a questa città eruditamente ha scritto Giangiuseppe Liruti nel libro: Notizie di Gemona. Venezia. Pasinelli, 1771, 4. fig.
  2. Dicta Terra de Venzon. Di questo luogo, illustre in addietro per milizie, per comandanti d’armi, per gesta, per concessioni sovrane, per letterati e per commercio, parlò nell’articolo terzo a p. 42 e nell’annotazione 80 il chiarissimo dottore in medicina F. M. Marcolini nella sua Memoria: Sulle Mummie di Venzone. Milano, 1831, 8.° figurato.
  3. Badia de mozo. Il protonotario, di cui il Sanuto ommette il nome, era Sebastiano q. Pietro Priuli, nato del 1457, creato protonotario apostolico circa il 1490, indi nel 1495 arcivescovo di Nicosia, nella quale dignità morì nel 2 ottobre 1502. Così dalle Genealogie inedite di Casa Priuli possedute da Emmanuele Cicogna in Venezia.
  4. Et fanno al presente una bella chiesia. Dicendo il Sanuto che i Cividalesi fabbricano una bella chiesa, si viene a conoscere vieppiù che dettava quest’operetta nel 1502-1503, giacchè, secondo la documentata asserzione del conte di Maniago, il duomo di Cividale, caduto, fu riedificato dal veneto architetto Pietro Lombardo, come da Accordo 9 Maggio 1502 (Guida di Udine e Cividale p. 97-98).
  5. Campo sacrato de hebrei. Nel Museo di Cividale fra le antichità raccolte dalla solerzia del fu monsignor Michele della Torre, veggonsi anche alcune delle lapidi ebraiche qui dal Sanuto rammentate.
  6. Tamen del 1477 li Turchi. Notissima è cotesta scorreria de’ Turchi nel Friuli l’anno 1477, che fu la terza. Ne sta la descrizione nel Palladio T. II, Libro I, p. 51, 52, 53, 54.
  7. Amplez cioè Plezzo, di cui sopra.
  8. Del 1477 passorono. Qui il Sanuto ricorda di nuovo il passaggio de’ Turchi. Dice ch’eran settemila cavalli; il Palladio ha diecimila ( l. c. p. 51 ).
  9. Tolmin. Si è reso celebre il nome di questo luogo perchè credettesi che Dante vi soggiornasse e scrivesse a petizione di Pagano della Torre patriarca di Aquileja alcune parti delle sue cantiche. Ma il chiarissimo ab. Giuseppe Bianchi mostrò falsa questa tradizione nel suo libro: Del preteso soggiorno di Dante in Udine od in Tolmino durante il patriarcato di Pagano della Torre, ec. Udine, Turchetto, 1844, 8.°
  10. Formentinis. I nobili Formentini di Cividale erano giurisdicenti di Cusano, Cusano Castello, Cusano Villa, Picincana, Villa Franca, Villa Sil, come leggesi a p. 54 dellAlfabetica delle comunità e ville della Patria del Friuli, ec. Udine, Gallici, 1769, 4.o Forse il Castello qui toccato dal Sanuto è quello di Cusano. Della bastita, di cui il Sanuto, e di molte altre che v’erano, non rimane appena indizio. Fra le badesse del Monastero di S. Maria in Valle, Basilio Zancarolo nomina Rheilinta Frumentina, Elisabetha mentina un'altra Rheelinta Frumentina de Cusano, e altre di questo antico casato. (Antiquitatum Civit. Fori Julii. Liber quartus, p. 194, 195. Venetiis, Mortali, 1669, 4.°
  11. Li predicti Turchi. Qui per la terza volta il Sanuto ricorda il fatto de’ Turchi spezialmente a far vedere per quali anguste e difficili vie non custodite sieno discesi nel Friuli.
  12. Abatia de bellum. Errore del Sanuto, giacchè deve stare belina; abbazia antica di cui già fece menzione anche il De Rubeis: Monumenta ecclesiae Aquilejensis, p. 157-158. In quanto a coloro che avevan dritto d’intervenire al Parlamento ossia al Generale Consiglio della Patria del Friuli, vedine una descrizione fatta fino dal 1327, a p. 15 dell’Opuscolo: L’Ingresso del patriarca Bertrando, Narrazione storica di Francesco di Toppo inserita nelle Monografie Friulane, 1847, 8.° e fanne confronto con questa del Sanuto. Una più recente descrizione se ne ha a p. 120 e segg. della Patria del Friuli descritta ed illustrata, ec. Venezia, 1753, 8. Il Sanuto stesso ne aveva posta un’altra nel suo Itinerario dell’anno 1483. E sta a p. 135, 136, 137 della edizione 1847.