Dizionario militare Francese Italiano/Appendice/Dizionario militare/F

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
F

../E ../G IncludiIntestazione 29 ottobre 2017 75% Da definire

Appendice - E Appendice - G

[p. 377 modifica] FANTASSIN s. m. Fante, fantaccino. E trovasi anche una specie di fantaccino leggioro denominato bidale , del quale vocabolo mancano affatto i Francesi.

FASCINEUR s. m. Fascinatore. Toglie questo carico un soldato di artiglieria ovvero de’zappatori.

FAULX s. f. Falce. I Romani usarono talvolta quest’arme , ponendola in cima ad una trave dentro del gatto per trarre le pietre del muro. V.Armes offensives, Machines anciennes.

FAUX-ARBRE s. m. Falso albero. È quella piccola verga cilindrica, cui è affidata la forma piena del cavo de’ proietti , e s’intromette nel foro che vedesi sopra il polo di uno degli emisferi , ond' è composto il modello della bomba o della granata.

FAUSSE-BRAYE s. f. Falsabraga, falsabraca, ed anticamente barbacane. l’antemurale de‘ Romani ed il prostegisma de' Greci.

FER ÉCHANTILLONNÉ. Ferro a dimensione. Il quale nelle affinerie delle Magone così riducesi a diverse forme , cioè piatto, quadrato o tondo , e con varie dimensioni secondo i bisogni del commercio e delle officine.

FERMOIR s.m. Scarpello a sgorbia, o piano. In Toscana lo dimandano incavatoio.

FEU CROISÉ. Fuoco incrocicchiato, concentrato.

-À volonté. Fuoco a volontà.

-À commandement. Fuoco per comando. Della quale maniera di fuoco poco uso fassi nella guerra.

-De chaussée. Fuoco di strada. È quello che una soldatesca fa in uno spazio ristretto , siccome una strada od un passaggio qualunque.

-De file. Fuoco di fila. Il quale compiesi dalle sole due prime righe , ma fila per fila.

-De rangs. Fuoco di righe. Il quale è successivamente fatto dalle tre righe per allontanare e contenere gli attacchi irregolari e poco vigorosi del nemico.

-Oblique. Fuoco obliquo. Appartiensi alla moschetteria, e fassi rivolgendo le bocche a dritta o a sinistra della linea. Può anche averlo l'artiglieria e meglio direbbesi costiero.

FÈVE s. f. Fava. Infiammazione alla bocca del cavallo.

FEUILLERET s. m. Sponderuola, ed i Toscani dicono pialluzzo.

FIGÉS add. Assettati. Dicesi de'proietti quando, testè fusi, sono sufficientemente raffreddati per toglierli da‘ telai.

FILER v. a. Filare , sfilare. Camminare ristretto e di buon passo, l’un dietro l'altro. Pure la prima voce è fra le diciassette appuntato da Botta a Grassi , non ostante l’ autorità del Davila.

FILET s. m. Filetto. In araldica è quella banda che ha solamente la quinta parte della giusta sua larghezza.

FLAMME s. f. Fiamma. Le quali fiamme sono nelle armi gentilizie rappresentate ondeggianti montanti o ardenti per significare amore lealtà o fede.

FIGURES HÉRALDIQUES. Figure araldiche. Le quali nascono principalmente dalla posizione di una retta nello scudo : o perpendicolare cioè verticale , orizzontale , obliqua da dritta a mancina, cioè diagonale [p. 378 modifica]a destra , ovvero obliqua dalla man sinistra alla destra : la prima posizione è anche segno del color rosso; la seconda dell' azzurro; la terza del verde , e l' ultima del color di porpora.

FORGE s. f. Fucina. Le parti di una fucina da campo son queste :

2 Brancards. Stanghe.

4 Épars. Traverse. Collegano le stanghe.

1 Planche d’établie de serruriers. Tavola di bancone da magnani. La quale è posta fra le due traverse posteriori.

2 Liteaux. Listelli. Sostengon la tavola e sono inchiodati.

1 Corps d’essieu. Corpo d’asse. Sostiene le stanghe ed abbraccia l’ asse.

1 Flèche. Lunga. Incastrata sul davanti del corpo d‘ asse.

1 Servant de flèche. Puntello di lunga. Nè qui l' abbiam potuto abolire siccome nel cassone; perocchè ne' campi deesi lavorare sicuramente senza l’avantraino.

2 Clous rivés de brancards. Chiodi ribaditi di stanghe.

1 Boulon d’assemblage de brancards. Chiavarda di unione di stanghe, con 2 rosette ed 1 chiocciola.

1 Contrecoeur. È posto verticalmente fra la traversa esteriore e quella di mezzo.

1 Renfort de contrecoeur. Rinforzo del mantelletto o pietra, siccome l’abbiam noi chiamato, togliendo siffatta voce da'fabbri ambulanti detti in Toscana assestapaioli. E sonovi 7 chiavelli , con 2 chiavarde di presa,le quali lo fissano alle stanghe, 2 rosette ed altrettante chiocciole.

2 Arcs-boutans de contrecoeur. Sproni di mantelletto. I quali lo puntellano dalla parte di dietro, e son tenuti da 4 chiavarde poste alle prese inferiori e superiori: le rosette e le chiocciole.

2 Chainettes. Catanelle con 2 zocchi. Sono sospese alle chiavarde delle prese superiori , le quali sono ad occhio (pitons).

1 Bande de support d’atre. Piastra di sostegno di focolare. È incastrata sulle stanghe, co‘suoi estremi sostenendo la lamiera del focolare.

1 Atre. Focolare. Sta innanzi al mantelletto , sopra la traversa anteriore e su le stanghe e la piastra.

3 Boulons. Chiavarde con le chiocciole. Esse congiungono la piastra anteriore del focolare (plaque) con la fascia di sostegno (bande).

1 Garde-frasier. Parabrace. Cui frenano 4 briglie (brides) che noi abbiam chiamate piastre. Sonovi poi altrettante chiavarde con chiocciole.

2 Boulons de bouts de garde-frasier. Chiavarde di briglie di parabrace.

1 Plaque de tuyère. Piastra di buccolare , che noi abbiam chiamato riparo,con 5 chiavarde e chiocciola.

1 Tuyère. Buccolare, ugello. Il primo vocabolo parmi non ostante preferibile, comunque i Dizionari ne facciano presso a poco due sinonimi ; ma il primo lo dicon tubo di ferro ed il secondo di rame; e si contraddicono poi alla parola canna appartenente al mantice; perocchè dicono che in essa entra il buccolare per portar l’ aria prima nell’ ugello e poscia nel forno.

2 Rondelles de tuyère. Rotelle di buccolare.

1 Caisse à charbon. Cassa da carbone.

1 Porte-tuyère. Porta-buccolare.

2 Montans de branloire. Sostegni di leva.

1 Branloire. Leva con la sua impugnatura (poignée) , la catenella (chainette) e la maglia (maille) , la quale è posta all'estremità posteriore.

1 Tringle pour la manoeuvre du soufflet. Tirante pel maneggio del mantice.

1 Traverse de montants de branloire. Traversa di sostegni di leva,con 2 chiocciole.

2 Boulons de devant d’essieu. Chiavarde d’innanzi d‘asse. E ve ne sono altrettante di dietro (de derrière) , con le chiocciole.

1 Essieu. Asse. È quello stesso del cassone. Lo abbracciano 1 piastra quadra (plaque carrée) e 2 staffe (étriers).

2 Arcs-boutans de montant de branloire. Speroni di sostegno di leva, con 4 chiavarde alle prese inferiori e superiori, e le chiocciole.

1 Clou rivé de flèche. Chiodo ribadito di lunga.

1 Lunette de bout de flèche. Piastra ed anello di lunga, con 1 chiavarda e la chiocciola.

1 Piton à douille de servante. Tubo di puntello, il quale ha la sua ghiera (virole).

1 Anneau long porte-servante. Anello lungo porta-puntello, con 1 anello a punta (piton à pointe).

2 Plaques d’appui de roue. Piaste di stropiccio.

4 Boulons d’étriers de flèche. Chiavarde di staffe con le chiocciole. Esse fermano le 2 staffa di lunga (étriers de flèche).

1 Plaque de dessus de mufle. Piastra al di sopra dal ceppo dal mantice.

2 Boulons de bout de brancard. Chiavarde di estremità di stanga. Le quali son collocate alla stanga sinistra.

1 Bride de chaîne d’enrayage. Briglia di catena d‘ imbrocatura.

1 Crochet porte-chaîne. Gancio porta [p. 379 modifica]catena, ed avvene un altro porta-cato (porte-sceau)

1 Piton à anneau porte-manche de pelle. Anello porta-manico di pala, con 2 rosette, ed 1 chiocciola.

1 Crochet porte-pelle. Gancio porta-pala.

2 Plaques à anneau carré. Piastre ad anello quadro. Le quali son ferma cassetta di strumenti (arrets de coffre d’outils), con 2 rosette e le chiocciole. -

1 Plaque à piton. Piastra ad anello , cui sostiene 1 chiavarda con rosetta e chiocciola , e vi è sospesa 1 catenella con chiavetta. '

2 Plaques d’étau. Piastre di morsa. Ogni fucina poi di questa specie mena seco un cato, un’incudine (bigorne), un ceppo (bloc), con ghiera e catena. Oltracciò un mantice (V.soufflet) ed una cassetta di strumenti per artefici di ferro (coffre d’outils de serrurier). La quale componesi così :

2 Bouts. Testate fra noi , e teste secondoi Piemontesi. Parte anteriore e posteriore.

2 Cotés. Fianchi. Parti laterali.

1 Fond. Fondo.

1 Séparation. Divisione, secondo noi diciamo, ma a me piacerebbe meglio tramezzo.

1 Couvercle. Coverchio , con due battenti (empoîture).

2 Coulisses. Scanalature.

4 Équerres d’angle. Squadre, ovvero cantonate co’ Piemontesi.

2 Poignées de bouts de coffre. Maniglie, con due fascette coll' anello. (Bandelettes à anneau).

2 Charnières. Mastii. Cerniera non è certamente di buon conio toscano.

1 Équerre montant du milieu. Squadra alta del mezzo.

1 Crampon de moraillon. Grappa o nasello di luccchetto, col lucchetto che i Piemontesi dicono mastietto, ed il suo maschio (male de moraillon).

1 Feuille de tôle de couvercle. Lamiera del coverchio.

FORGE DE MONTAGNE. Fucina di montagna. La quale vien anche deputata alla cavalleria; e componesi delle parti seguenti, cominciando da’ ferramenti :

1 Cadre. Quadro.

2 Pitons de pied à fourche. Piastre ad occhio.

1 Fond d’atre. Fondo di focolare.

1 Plaque d’atre. Piastra di focolare. La quale ne forma la parte posteriore, con un rinforzo.

1 Garde-frasier. Parabrace. Il quale è fissato al quadro.

1 Arretoir de contre-coeur. Arresto di mantelletto.

1 Tuyère. Buccolare. È di bronzo.

1 Porte-tuyère. Porta-bucolare. Vien fissato da 2 chiavarde con chiocciole.

1 Contre-coeur. Mantelletto, con rinforzo, una piastra , ed un fermaglio (fermoir). Il mantelletto si congiunge alla piastra di focolare merce 2 cerniere (charnières), le quali sono di rame.

1 Pied à fourche. Piede biforcato, con 2 chiavarde e le chiocciole.

2 Pieds de derrière. Piedi posteriori. I quali son congiunti mercè una traversa (traverse) e finiscono a vite, con 2 chiocciole.

1 Branloire. Leva con la sua impugnatura (poignée).

1 Support mobile. Sostegno mobile a forcina.

1 Sacoche à charbon. Sacco da carbone. Il quale è di cuoio.

FOISONNEMENT s. m. Smovimento. Il quale ò di un sesto nelle terre forti , un ottavo nelle comuni , ed un decimo ed anche un quindicesimo nelle friabili.

FORET s. m. Punta di trapano , saetta da metalli. I nostri artefici le chiamano brocche in generale.

FORGER v. a. Fucinare, fabbricare, lavorare, battere: i nostri artefici dicon malamente forgiare; e si è cercato introdurre foggiare; perocchè parmi , una foggia volesse darsi al ferro , siccome il Biriuguccio usò garbeggiare.

FOUBURE s. f. Infestato. Malattia di cavalli.

FOUET D'ARMES. Mazzafrusto. Arme antica italiana venuta dall’ oriente dopo la prima crociata. Era una frusta guarnita in cima alle sue cordicelle di palle di piombo. In Vegezio è definita così : è quella che ha asta lunga quattro braccia. e legatavi una fionda gitta la pietra a due mani a modo di manganella.

FOUGASSE À FEUX RASANTS. Fogata a fuochi radenti. Il loro asse non è inclinato che di 20 a 25 gradi sull'orizzonte; non hanno che piccolissima apertura dal lato che bisogna garentir dalle pietre : il lato opposto fa un angolo di 45 gradi coll'asse.

FOURCHE DE SAPE. Forcola da zappatori. ed anche forchetta e furcina. La quale e adoperata del capo di zappa ed ha tre punte , due delle quali son parallele, e la terza perpendicolare al piano di quelle.

CHEMINÉE s. f. Ciminiera , fumaiuolo , e secondo Francesco di Giorgio fumante.

FOYER s. m. Cammino. Vocabolo di architettura per esprimere una stanza deputata a conversarvi , avendovi bella e moderata temperatura.

FRAISE s.f. Freccia, palificata, steccata. Difesa di pali aguzzi per difficoltare la salita de' terrapieni al nemico. Ma la stecca [p. 380 modifica]

non è inverso la palificata V.Palissade.

FRONDE s. f. Fionda, fromba, frombola, ed anche fonda secondo lo Giamboni. Il quale parmi che usi la parola rombola in significato più stretto ; avvegnachè la definisce quella che è fatta di lino a tre trefoli , e gitta le pietre sferiche , rotandola sopra il capo una volta.

FUSEAUX s. m. Bastoni. Le parti che compongono la superficie convessa de'rocchetti o meglio lanterne.

FUSELÉ add. Fusato. Dicesi di uno scudo caricato di fusi o bande.

FUT À FORETS. Contrappeso da trapano.

FUT DE VILEBREQUIN. Manico di succhiello. e negl‘ inventari toscani è tradotto fusto di trapano.