Le dimore estive dell'Appennino toscano/Appennino di Montepiano/II

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
2. Montepiano

../I ../../Appennino della Futa e Ronta IncludiIntestazione 3 giugno 2019 25% Da definire

Appennino di Montepiano - I Appennino della Futa e Ronta

[p. 109 modifica]Montepiano1 696 m.

Montepiano, situato sul dorso dell’Appennino, lungo il torrente Setta, è adagiato in una pianura che si stende da ponente a levante per un tratto di circa quattro chilometri, cioè dal M. della Scoperta sino alla Marzolina, e restringendosi poi da tramontana a mezzodì si prolunga per quasi altrettanto cammino seguendo il corso del predetto torrente sino a Rio Fobbio, confine delle due provincie bolognese e fiorentina. Questo piccolo altipiano* ricco di delicate e saporite pasture, è chiusa a guisa di anfiteatro per mezzo di una linea montuosa, tagliata dal Setta dalla parte boreale, e aperta in più largo e spazioso orizzonte dalla parte di mezzogiorno. Per quest’avvallamento de’monti circostanti, formato a guisa di gola, viene su quella corrente d’aria salubre che mantiene le frescure estive costantemente [p. 110 modifica] e fa di Montepiano un gradito soggiorno nell’estiva stagione.

Il paese con circa 1000 abitanti, oltre avere cascine e casolari sparsi, si compone di cinque gruppi di case: Montepiano sulla strada provinciale Prato-Bologna; Risubbiàni sulla via per il Mugello; il Casone, pittoresco gruppo di case in faccia a Montepiano sulla sinistra del Setta; la Badìa sulla strada per Val di Brasimone: e la Storaia, pure in pittoresca posizione, presso la strada provinciale per Bologna.

Il villaggio è fra le migliori dimore estive, e diventerà tra le più frequentate dell’Appennino per la sua postura a cavaliere di due valli quasi esattamente trasversali alla catena appenninica sullo stesso asse, per la facilità dell’accesso e la poca lontananza da Firenze (ore 3 il2), per una fresca temperatura, per acque eccellenti, per il clima asciutto e le emanazioni resinose delle vicine abetaie. L’umidità proveniente da folte ed estese foreste, così spesso nociva, e che non di rado vieta il godimento delle incantevoli serate estive sui monti, è sconosciuta a Montepiano per non essere il villaggio in mezzo alle selve e per la ventilazione continua, che potrebbe rassomigliarsi ad una brezza di terra sulle spiagge marine nella stagione dei bagni. [p. 111 modifica] Le praterie pianeggianti intorno intorno al paese, ed un bel tratto di strada ruotabile, piana per circa tre chilometri lungo il torrente Setta, invitano anche i più deboli e malaticci a facili passeggiate. Foreste di abeti, di faggi e di castagni a breve distanza dall’abitato rendono più gradevole la dimora in mezzo alla beata solitudine dei boschi.

Gli amatori di lunghe gite alpestri possono soddisfare i loro desideri; se non avranno nè i due, nè i tremila metri da salire, avranno però bellissime cime di monti, dalle quali rocchio spazia lontano lontano con mirabili vedute.

Montepiano insomma giustifica il suo nome, coll’essere un luogo di montagna non sfornito dei vantaggi della pianura.

Alberghi. — Albergo e pensione di Montepiano, proprietario Michele Gemmi, aperto tutto l’anno fino dal 1882. Molto frequentato. Restaurato ed ingrandito. Sala da pranzo e di conversazione con giardinetto annesso. Biliardo e Restaurant. Prezzi sempre moderatissimi.

Albergo Alleanza e Pensione Giorni. (Villa Gualtieri). Nella più bella posizione del paese. Aperto dal l.° giugno al 30 settembre. Prezzi [p. 112 modifica] modicissimi. Un Dottore è addetto alValbergo. Dirigersi in Firenze Hotel Alliance, via Curtatone 4, stesso proprietario.

Albergo e Pensione VAppennino condotta da Maddalena Bettini. Trattamento famigliare a modico prezzo. Aperto tutto l’anno.

Pensione privata di Teresa Tartoni aperta durante la villeggiatura. Buon trattamento a prezzi limitati. Dirigersi in Firenze Viale Margherita 2.

Ville. — Una del sig. Ricci, da affittarsi, costruita nelle praterie in bellissima posizione presso la via Provinciale. Rivolgersi a Giuseppe Ricci negoziante di trine in Firenze, via Calimara. Altra del sig. Luigi Alessandri al Molino. Dirigersi alla sua Farmacia via S. Gallo Firenze.

Quartieri e Camere da affittarsi presso i seguenti: Teresa Tartoni, Maddalena Bettini, Orlando Tartoni, Leopoldo Visi, Arcangelo Scatizzi, Fortunato Scatizzi, Fratelli Tartoni, Angiolo Venturi, Pietro Bartolini. — Le due prime tengono anche buone pensioni.

In vicinanza della Badìa, 1 chil. da Montepiano, i Fratelli Storai affittano un buon [p. 113 modifica] quartiere, ed il sig. Leopoldo Gualtieri parimente.

Nella Badìa presso il parroco Pieralli si può avere un modesto quartiere.

Ai Gasperoni (1000 m.), a tre quarti d’ora dalla Badìa, si possono overe modeste stanze dai fratelli Chiaramonti. (Monte Casciaio.)

Distanze. — Prato, S. F. più vicina, chilometri 29; Bologna, R., 63.

Vetture. — Tutti i giorni, dopo l’arrivo del primo treno omnibus da Firenze, parte da Prato una diligenza (Posta), (1 lira), ed arriva a S. Quirico di Vernio alle 11 circa, in coincidenza col servizio postale (lire 1) che arriva a Montepiano alle 13.30 circa. Da Montepiano riparte ogni mattina alle 9, dando luogo ai viaggiatori di profittare per il ritorno a Prato della diligenza (Posta) che parte da S. Quirico alle 14 circa.

Una vettura piccola ad un cavallo da Prato a Montepiano lire 10-12; una Calèche o Visà-vis a due cavalli lire 20-25.

Servizio di vetture. — A Prato: Felice Guarducci detto Bistecca, e successori Calamai. A Montepiano: Pietro Bartolini; e Morganti padre e figli. [p. 114 modifica] Medico e Farmacia. — Negli alberghi.

Posta. — Collettoria di seconda classe. Due arrivi e due partenze al giorno. Si fanno pratiche per ottenere la Collettoria di prima classe.

Telegrafo. — L’ufficio telegrafico a Montepiano fu inaugurato il 31 luglio 1895.

Stabilimento Idroterapico. — A Castiglione de’ Pepoli distante 40 minuti circa di vettura.

Gite. — Si notano le principali :

M. Casciaio, 1196 m., ore 1 il2.

M. della Scoperta, 1200 m., ore 3. Bella veduta.

Poggio di Petto, ore 1 1/2*

M. Gatta, 1045 m., Torretta dell’osservatorio, ore 3 circa.

Faggeta di Pian Coloredo, per la Storaia, ore 1 VaAbetaia di Tronale, 45 min.

M. Coroncina, ore 2 Vs a 3.

Santuario di Boccadirìo, ore 2 V2.

  1. Montepiàno