Le odi di Orazio/Libro primo/XXVI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro primo
XXVI

../XXV ../XXVII IncludiIntestazione 27 gennaio 2013 100% letteratura

Quinto Orazio Flacco - Odi (I secolo a.C.)
Traduzione dal latino di Mario Rapisardi (1883)
Libro primo - XXV Libro primo - XXVII
[p. 47 modifica]

XXVI.


Caro alle Muse tristezze ed ansie
    Ai venti audaci portar nel cretico
        Mar lascio; qual re sotto l’Orsa
        4Impauri le gelide steppe,

[p. 48 modifica]


Qual mai terrore Tiridate abbia
    Non curo. O lieta di fonti limpidi,
        Intessi al mio Lamia d’apríci
        8Fiori intessi una bella ghirlanda,

O Pimplea dolce; senza te inutili
    Son le mie lodi: con nuova cetera
        E con lesbio plettro alle tue
        12Suore e a te consecrarlo si addice.