Nelle nozze Porto-Piovene di Vicenza

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giacomo Zanella

1868 N Indice:Versi di Giacomo Zanella.djvu Poesie letteratura Nelle nozze Porto-Piovene di Vicenza Intestazione 22 dicembre 2011 100% Poesie

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Versi di Giacomo Zanella


[p. 172 modifica]

NELLE NOZZE

PORTO-PIOVENE

di vicenza.

__


a nome delle cognate

LUCHESCHI, REALI, CALBO-CROTTA, NATE PORTO.

___


ALLA SPOSA.

__


     Nella stanza materna, a cui l’affetto
Di ardente sposo un giorno ne togliea,
     Entra, o leggiadra, e del vedovo tetto
4La mesta solitudine ricrea.

     Noi dal nativo cespite divise
Sotto altro cielo abbiamo le dimore:
     Ivi de’ nostri amati al fianco assise
8Ore viviam dolcissime d’amore.

     Beate appieno, se segreta cura
Di lei non ne pungesse ad ora ad ora,
     Di lei che sola nell’antiche mura
12In noi si affisa tutto giorno e plora.

[p. 173 modifica]


     O madre! Alla gentil, che al braccio unita
Di Antonio tuo, tra lieta e pudibonda
     Ti viene innanzi, ed altra alla tua vita
16Apparecchia di fior mèsse gioconda,

     Sorridi! Apresi l’alma e meno amara
Fassi a noi lontananza, or che le ciglia
     Schiudendo al giorno, a te dallato, o cara,
20Ancor vedrai sorriderti una figlia.