Orfani entrambo!

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giacomo Zanella

1868 O Indice:Versi di Giacomo Zanella.djvu Poesie letteratura Orfani entrambo! Intestazione 19 dicembre 2011 100% Poesie

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Versi di Giacomo Zanella


[p. 153 modifica]

ORFANI ENTRAMBO!

___


PER NOZZE

__


     Orfani entrambo! alle tue chiome il velo,
Sposa gentil, la madre non avvolse,
L’angelo tuo, che in un col padre il Cielo
4Sordo ti tolse.

     Nè te, garzone, all’ara benedetta
Festanti accompagnaro i genitori.
Tacita s’apre la magion soletta
8A’ novi amori.

     Orfani entrambo! I vostri sguardi erranti
Si scontrâr desïosi: in un sol volto,
Quanto morte toglieva a’ cuori amanti
12Vider raccolto.

     Tu d’indomato affetto e di consiglio
A lui madre sarai, viril donzella.
Onnipossente di un leggiadro ciglio
16È la favella.

[p. 154 modifica]


     E tu, fido garzon, con man paterna
Lei guiderai pel ripido cammino.
Sta nella fè che le giurasti eterna,
20Il suo destino.

     Felici, se col volgere degli anni
Insieme assisi in solitaria parte,
E rileggendo de’ durati affanni
24Memori carte,

     Potrete dir: fosser que’ giorni ancora!
— Per te, mio caro, ancor tale sarìa!
— Con crescente delirio il cor t’adora.
28Diletta mia!